5 cose (struzianti) che devi fare dopo Natale

Scritto da Doria
Pubblicato in Quattro Chiacchiere con  22 commenti
cose da fare natale

Passato bene il Natale? Mangiato tanto? Andata al cinema? Giocato a tombola? Fatto niente?
Io le ho fatte un po’ tutte…anche fatto niente, ma ora viene il bello! Le”vacanze” infatti non durano all’infinito soprattutto per noi incallite struzianti che nel dopo Natale abbiamo sempre un sacco di cose “creative” da fare.

A parte dover lavare il doppio delle stoviglie dei giorni normali e dover togliere dal pavimento gli aghi di abete che cadono di continuo, in questo periodo post natalizio ogni anno è matematico che ci sia da:

1-Aggiustare qualcosa a qualcuno (sì, di nuovo)

Dopo aver passato il pre-Natale a fare orli ai pantaloni nuovi di componenti della famiglia, il dopo Natale prevede sempre che tu ti debba rimettere a sedere alla macchina da cucire. Come ogni anno Babbo Natale ha portato a qualcuno un pigiama nuovo ma…largo in vita. Indovina a chi tocca stringerlo?

2-Tornare nei negozi a cambiare qualcosa

Ma Babbo Natale si sa, ha problemi di memoria e ha portato anche calzini e mutande fuori misura che ahimè non si possono aggiustare. Ecco che allora devi ricominciare la trafila e tornare in giro per i negozi a fare il cambio. L’unica differenza è che questa volta, invece di uscire, entri con lo scontrino in mano ma la barba è sempre la stessa.

3-Riciclare carte e fiocchetti dei pacchi di Natale

Ehi sì anche io con questa mania. Mentre la gioia più grande del Natale dovrebbe essere scartare i regali strappando la carta come se non ci fosse un domani, c’è chi apre i pacchetti con la delicatezza e la precisione di un neurochirurgo in sala operatoria.
Mettere da parte carte e bustine, fiocchi e scatoline è un’arte strana praticata da chi pensa che le cose posson sempre servire. Io comincio l’inventario domani. 🙂

4-Rimodernare qualcosa da mettere a Capodanno

E se dopo aver finito di stringere il pigiama pensi di aver finito, hai sbagliato di grosso. Capodanno è dietro l’angolo e “qualcuno” ti chiederà di sicuro di aggiustare quel tubino nero che non hai mai buttato. In fondo eri sicura che prima o poi avrebbe fatto comodo no? Ecco, ora è arrivato il momento quindi zitta e cuci! così impari a non tenere più nell’armadio abiti che possono tornare di moda. 😛

5-Fare le calze della Befana

E niente, non hai finito neanche col tubino. Dopo Capodanno c’è la Befana e, chi ha figli e nipoti lo sa, le struzianti le calze le fanno da sé. Di carta, di stoffa, in pannolenci, di juta, all’uncinetto o anche con un vecchio calzino bucato…basta siano rigorosamente fatte a mano. La macchina da cucire intanto chiede pietà e rivede la tua faccia pensando ancora qui??

Eh già cara mia bella macchina da cucire, ancora qui. E quello che non sai è che passata l’Epifania, si comincia col Carnevale! Le feste sono come le caramelle: una tira via l’altra.

E voi in questi giorni cosa state struziando?

Top