Calzini spaiati? Ho trovato una soluzione!

Scritto da Doria
Pubblicato in Quattro Chiacchiere Rimedi per la casa con  35 commenti
calzini, calzini spaiati, calzini stesi,

Signore, a me gli occhi! Oggi tratterò di una questione di “vitale importanza”: come risolvere il problema dei calzini spaiati.

Perché finché si tratta di metterli solo in lavatrice…tutti son capaci: li butti tutti là dentro e mentre loro si fanno un bel giro, tu puoi andare a fare anche altro.

È quando la lavatrice ha finito e apri l’oblo che invece le cose si complicano!

E prendi un calzino e stendi il calzino. E prendine un altro e stendi anche quello. E  prendine uno e cerca il compagno. E scruta la trama e cerca i disegni. E confronta i colori e la lunghezza…[E metti la cera e togli la cera” (cit).]

Meno male che da quando ho l’asciugatrice,  passo direttamente dal calzino bagnato al calzino asciutto senza passare più per lo stendino.

Però c’è un però: i calzini li devo appaiare lo stesso.
E nonostante da asciutti ne riconosca meglio i colori e i segni distintivi, l‘arte di appaiare i calzini rimane sempre roba da maestro Miyagi e Daniel-san.

Ed è matematico poi che ad ogni bucato qualche calzino perda la sua anima gemella. Tanto che ne ho una decina appesi ad un filo in attesa di ricongiungimento.

Ad ognuno il suo sacchetto

sacchetti-per-biancheria

La soluzione per evitare

  • che nella cesta della biancheria da stirare si formi un montagna di calzini alta mezzo metro (quelli di lana, quelli di cotone, quelli della domenica, quelli da lavoro, quelli da sera, quelli da ginnastica, quelli fini, quelli grossi, eccetera eccetera);
  • che molti calzini diventino “single”;
  • che qualcuno se ne esca con frasi del  tipo: _ di chi è questo calzinooo?  Il mio o il tuooo?

è comprare un sacchetto a rete (di quelli per lavare la lingerie) per ognuno dei componenti della famiglia (noi siamo in tre).

Poi come tata Lucia ho dettato la regola:

“Ad ognuno il suo sacchetto, ad ognuno i propri calzini”

Ognuno di noi  ha messo il sacchetto dove gli sembrava più comodo (tipo dietro una porta, in bagno, nel ripostiglio) e io, una o due volte la settimana, passo, raccolgo i sacchetti e li butto prima in lavatrice, poi nell’asciugatrice. Quando sono asciutti, ognuno avrà indietro il sacchetto con i propri calzini.

E per ora signore care…funzionaaa!

P.S. Di cosa fare di quei calzini che ormai l’anima gemella non la troveranno più, ne parliamo un’altra volta.

Top