Come stringere i pantaloni in vita senza andare dalla sarta

Scritto da Doria il
Pubblicato in Cucito Tutorials con  6 commenti

Ci sono persone che pensano che le taglie scritte sui cartellini degli abiti siano solo numeri da giocare al lotto. Una di queste personcine vive a casa mia e l’ho partorita io. Per esempio l’altro giorno ha voluto comprare un paio di pantaloni due taglie sopra la sua (la 40 non c’era) e mi ha detto: tanto che ti ci vuole a stringere i pantaloni, eh mamma? 

Eh certo, che mi ci vuole? Che poi non gliene posso mica fare una colpa…ha preso da me!
Anche io alla sua età, quando non trovavo robine della mia taglia, compravo quello che c’era e poi costringevo mia mamma a fare numeri di magia con la macchina da cucire.

Devo dire però che questa volta a me è andata di lusso. Essendo un modello sportivo, morbido e largo di suo, ho potuto stringere i pantaloni in vita senza tagliare, senza cuciture importanti e senza fare modifiche impegnative. La situazione comunque era questa. ↓

Come stringere i pantaloni in vita

Un sistema veloce e pratico per stringere i pantaloni di una o due taglie sta nell’infilare un elastico della misura voluta dentro al cinturino.

Il trucchetto, tanto è vecchio, probabilmente risale ai tempi subito dopo Adamo ed Eva (infatti vista la foglia di fico con cui andavano in giro, si pensa che gli unici a non conoscerlo fossero loro).
Sono certa quindi che molte di voi conoscono questo sistema, però forse può fare comodo impararlo soprattutto per chi:

  • è alle prime armi
  • non vuole andare dalla sarta
  • è esperta ma vuole stringere il girovita dei pantaloni velocemente
  • deve stringere i pantaloni dei bambini
  • ha bisogno di stringere i pantaloni senza cintura
  • compra un paio di pantaloni più larghi di una o due taglie
  • ha fatto una cura dimagrante e vuole continuare a mettere i pantaloni di prima

Tutorial

Di solito faccio un piccolo taglio all’interno del cinturino proprio dietro e in corrispondenza del primo passante. In questa operazione uso un paio di forbici piccole e faccio attenzione a non tagliare anche la parte esterna del cinturino.

Poi faccio un altro taglio nella parte opposta sempre in corrispondenza del primo passante dell’altro lato.

A questo punto prendo un elastico, lo fisso ad uno spillo da balia e lo infilo dentro al cinturino passando dentro al taglio che ho fatto.

Con le mani faccio scorrere lo spillo da balia dentro al cinturino dei pantaloni in modo tale da farlo uscire dalla parte opposta dove ho fatto l’altro taglio.

Una volta passato l’elastico provo i pantaloni e tiro l’elastico in modo da prendere la misura giusta e faccio un segno sull’elastico nel punto dove devo cucire.

Fisso l’elastico e chiudo il taglio con la macchina da cucire (si può fare anche a mano), avendo cura di spostare leggermente il passante che è dalla parte opposta. In questo modo la cucitura rimarrà nascosta. Faccio questo anche sull’altro lato.

A questo punto non rimane che tagliare l’elastico in eccesso e mettersi i pantaloni!

Prima e dopo

Giusto per farvi capire la differenza tra il prima e il dopo, guardate questa foto ↓ .
L’intervento è stato notevole ma facile e veloce. Nonostante abbia ristretto i pantaloni di un bel pezzo, non ho dovuto tagliare la stoffa, non ho dovuto staccare il cinturino, non ho stravolto il capo. E poi praticamente non si vede dove ho messo le mani.

Consigli e suggerimenti

Consiglio di stringere i pantaloni con l’elastico ogni volta che dovete stringere i pantaloni in vita (o semplicemente dietro) anche di una o due taglie.
I pantaloni più adatti sono quelli sportivi, le tute e anche i jeans.
✎ Il trucchetto va bene anche per stringere una gonna troppo larga in vita.
✎ Se non si ha una macchina da cucire, si può fare anche a mano.
 Tipo di elastico:
io ho utilizzato un elastico comune che ho fissato al cinturino con due piccole cuciture. È bene sapere però che ci sono elastici fatti apposta per questo scopo. Sono fatti con dei fori che servono per fissare l’elastico a dei bottoncini da cucire sul cinturino. In questo modo si può allargare o stringere l’elastico a piacimento.
 Posizione dell’elastico: a seconda di quanto sono larghi i pantaloni, l’elastico puo essere messo solo in una piccola parte dietro, solo nella metà dietro da fianco a fianco, oppure dal primo passante di sinistra al primo di destra o addirittura tutto intorno alla vita facendo il giro completo.
 L’altezza dell’elastico da utilizzare varia a seconda dell’altezza del cinturino. Consiglio di comprare un elastico di un centimetro più basso del cinturino. Non utilizzate un elastico troppo più basso perché c’è il rischio che questo si giri all’interno del cinturino e non stia ben spianato.
 Per passare l’elastico io ho usato un comunissimo spillo da balia (lo faceva sempre mia mamma), però se volete essere più professionali sappiate che in merceria vendono gli aghi passa nastri. Sicuramente più comodi e facili da usare.


Detto questo, sono certa che avrete più bisogno di allargare piuttosto che di stringere ma, nel dubbio, con ago e filo è bene saper fare un po’ di tutto.
Adamo ed Eva ne sanno qualcosa. 😉

Top