Il modo migliore per conoscere usi, costumi e tradizioni popolari

Scritto da Doria il
Pubblicato in Vintage con  16 commenti

Ormai lo sanno anche i muri che sono innamorata di tutto ciò che ricorda il passato. Dagli usi ai costumi, dalle tradizioni ai mestieri che non ci sono più, tutto mi incuriosisce. Per fortuna nel nostro Bel Paese vengono ancora organizzate rievocazioni storiche più o meno importanti, più o meno belle, ma tutte tese a proporre al pubblico avvenimenti, personaggi, mestieri artigianali e riti che hanno segnato il nostro passato.

Dietro ad una rievocazione storica infatti c’è sempre una fase preliminare di studio, ricerca e approfondimento per ricreare -in maniera possibilmente fedele- abiti, ambientazioni, oggetti, attività manuali.
Per questo ritengo che questi eventi siano, non solo un valido strumento di promozione del territorio e di intrattenimento, ma anche un importante momento di conoscenza del nostro passato, grazie al quale possiamo ricordare e tramandare quello che siamo stati.

Rievocazione del matrimonio contadino

Bene, quelle che ti faccio vedere oggi sono alcune delle foto che ho scattato alla Rievocazione Storica del Matrimonio Contadino tipico toscano che si tiene da anni nel mio Paese e di cui ti parlavo qualche giorno fa (alla quale ho contribuito realizzando un piccolo cappellino retrò indossato da una delle figuranti).

matrimonio-vintage-sposo-in-moto
Lo sposo arriva in lambretta
corteo-nuziale-abiti-vintage
Il corteo degli invitati
passeggino-anni-60
Piccoli invitati in passeggino
donne-con-abito-vintage
Abiti e cappellini retrò
donna-con-cappellino-vintage
I testimoni
bambine-abito-vintage
Piccole damigelle con il classico vaso di fiori nuziale
sposo-sposa-vintage
Lo sposo e la sposa dicono sì
matrimonio-vintage-foto-di-gruppo
Il fotografo e la immancabile foto di gruppo fatta con macchina d’epoca
sposi-vintage-sul-carro
Il carro degli sposi

In pratica durante l’evento, due cortei, uno della sposa e uno dello sposo, con i parenti, gli amici e i conoscenti (tutti abitanti del paese vestiti con abiti d’epoca) sfilano in costume per le vie del paese.
Sul sagrato della Chiesa si celebra una- ovviamente finta- cerimonia nuziale con un -ovviamente finto- prete e con “spari di fucile e lancio di confetti” per suggellare il momento.

Per rievocare i momenti salienti viene organizzato anche il pranzo nuziale -questa volta tutto vero- con piatti della tradizione contadina della Valdichiana. Tra una portata e l’altra stornellatori improvvisano versetti maliziosi in rima cantandoli a turno.

Alla fine del pranzo, il corteo degli invitati con gli sposi vanno verso la “casa dello sposo” -ricostruita appositamente con arredi e oggetti anni 50- e lungo la strada, i vicini, con bicchieri di vin santo in mano salutano gli sposi. Quando la fisarmonica comincia a suonare, gli sposi aprono le danze e tutti cominciano a ballare fino a tarda sera mentre i bambini giocano tranquilli in piazza.

È stato bello vedere abiti in spesso broccato o camicette rigorosamente infilate sotto la gonna svasata, vecchie borsette retrò o scarpe modellate con tacco basso e laccetto sottile sul davanti. Che dire poi del carro tirato dai buoi o dei vecchi passeggini rispolverati per l’occasione. E dello sposo che arriva in lambretta? Bellissimo!

E a te piacciono le rievocazioni storiche? Nel tuo paese se ne fanno?

Top