Modificare i jeans: 7 utili consigli di cucito da seguire

Scritto da Doria il
Pubblicato in Cucito con  7 commenti

Di idee per modificare i jeans vecchi, larghi, rotti o strappati ne è pieno il web. Basta andare su Pinterest o digitare su Google”come personalizzare un paio di jeans” per trovare tantissime idee moda da mettere in pratica. Io stessa un po’ di tempo fa mi sono divertita a:

  1. allargare i jeans in vita con gli elastici colorati
  2. riparare jeans rotti con toppe e cuciture random
  3. personalizzare i jeans strappati con dei vecchi collant
  4. cucire sui jeans patch colorate

recuperando così jeans che nessuno qui a casa mia voleva mettere più.

Ma al di là dei ritocchi fashion, mettere le mani su un paio di jeans non è un’operazione facilissima (o almeno non lo è come alcuni video tutorial ci vogliono far credere, soprattutto quelli in cui si vede usare la colla al posto di ago e filo 😀 ). Purtroppo infatti quando si va a modificare un paio di jeans troviamo che:

  1. la stoffa è molto spessa o elasticizzata e soprattutto in alcuni punti non è facile da cucire;
  2. le cuciture a vista o le doppie cuciture tipiche dei jeans, non sempre sono facili da replicare;
  3. ci sono parti -come tasche, cerniera, bottoni, cuciture laterali- che non si possono eliminare senza stravolgere lo stile del jeans;
  4. le sorprese sono sempre in agguato (ovvero il classico “varie ed eventuali“).

Modificare i jeans: 5 consigli di cucito

Proprio in questi giorni ho dovuto modificare dei jeans (nel mio caso erano degli short da stringere sui fianchi) e mentre lavoravo pensavo a quanti gesti, accortezze e piccole manovre richiede un compito del genere. Alcuni passaggi sono gli stessi che si mettono in atto per qualsiasi paio di pantaloni (tipo per fare l’orlo) , altri invece sono semplici trucchetti e attenzioni adatti soprattutto ai capi in jeans.
Eccone alcuni che ritengo importanti e che metto (quasi) sempre in pratica.

1. Guardare e studiare bene i jeans

Una delle prime cose che faccio quando devo modificare dei jeans è studiarli bene. Infatti per fare le stesse modifiche spesso si può agire in modi diversi. Così in base alle caratteristiche e al modello del jeans, cerco sempre di capire qual è la soluzione più adatta per ottenere quello che voglio. Nei limiti del possibile per esempio cerco di evitare di fare modifiche nelle parti dove ci sono le cuciture doppie perché non è facile replicarle, oppure cerco soluzioni alternative pur di non smontare parti difficili da ricucire.
La cosa migliore quindi prima di tagliare, è fare alcune prove magari imbastendo o anche con l’aiuto di spilli o clip. Lo so, è una cosa che richiede tempo, ma vale sempre la pena per ottenere risultati migliori.

2. Scucire orli e aprire bene le cuciture

Quando non è possibile fare altrimenti per fare alcune modifiche ai jeans occorre scucire orli, aprire cuciture, smontare cerniere e staccare passanti. È un’operazione noiosa, ma necessaria per fare un buon lavoro. Per velocizzare la cosa di solito io uso lo scucino o taglia asole, un piccolo attrezzo che permette di tagliare e scucire velocemente anche le cuciture più difficili o nascoste. Chi non ce l’ha lo compri. 😉

3. Stirare le parti da cucire

Il tessuto denim è uno dei più spessi e resistenti ma proprio per questo anche uno dei più impegnativi da cucire. Nel caso in cui si debba cucire parti di jeans sovrammesse o accoppiate, il ferro da stiro si può rivelare un amico prezioso. Serve soprattutto per fare pieghe che prima non c’erano, per cucire orli nuovi più velocemente, per schiacciare parti sovrammesse e troppo alte.

4. Cercare il filo adatto

Un’altra cosa cui cerco di prestare attenzione è il filo. Anche se spesso non gli diamo peso, usare il filo giusto può fare la differenza. Per cucire i jeans infatti è bene usare un filo robusto e resistente come un titolo 50 in cotone o poliestere. Meglio scegliere le tonalità blu o colori per impunture di jeans. Se devo consigliarvi una marca di fili, la Gutermann è una delle migliori ed ha proprio una linea di fili adatti ai jeans.

Per approfondire: Cucito: come scegliere i fili adatti

Comunque i jeans possono essere cuciti anche con altri fili, l’importante almeno è trovare il colore che si avvicina di più a quello originale. Io per esempio uso quelli che mi ha lasciato mia mamma che, sono perfetti come colore, ma non sono appositi per i jeans perché troppo sottili. Però rimedio con un trucchetto…

5. Il trucchetto del filo doppio

Là dove il filo non è adatto perché troppo sottile, io metto in pratica il trucchetto del filo doppio. Mia mamma mi aveva insegnato che quando si vuole ottenere una cucitura bella evidente con un filato sottile, si può cucire anche con 2 fili infilati contemporaneamente sull’ago (basta avere due spolette di filo dello stesso colore), mentre il filo sotto rimane normale. Il risultato è molto simile alle cuciture originali dei jeans.

6. Usare l’ago giusto

 

Così come per il filo, anche il tipo di ago è importante per cucire i jeans. Consiglio perciò di utilizzare gli aghi appositi: N°90/100/110, punta a sfera media e gambo rinforzato. Vedrete che la cucitura sarà sicuramente più spedita: l’ago si infilerà più facilmente nel tessuto, niente più punti saltati, diminuiranno le rotture di aghi (e soprattutto di scatole 😀 ).
Invece, per fare le cuciture doppie tipiche dei jeans, ricordatevi che vi sarà utilissimo l’ago gemello, un ago doppio che permette di fare contemporaneamente due cuciture dritte parallele.

Per approfondire: Cucito: come scegliere gli aghi giusti

7. Impostare il punto adatto

Per fare delle cuciture ai jeans perfette (o quasi) bisogna cercare sempre di replicare lo stesso tipo di cucitura. Generalmente io faccio delle prove su un campione di jeans. In questo modo ho la possibilità di verificare che colore del filo, lunghezza del punto e tipo di punto siano i più simili possibili all’originale. Il punto che imposto sulla macchina da cucire è quello dritto alla lunghezza massima.
Qualche volta però devo dire che ho usato anche il punto elastico triplo che permette di fare cuciture grosse e spesse -ottime nei jeans elasticizzati- anche se si ha un filato sottile.

Materiali utili per cucire i jeans


Mi fermo qui. Sono certa che per modificare e cucire i jeans a macchina nel migliore dei modi in giro si usino altre accortezze e piccoli trucchetti che non ho elencato. Se ne conoscete altri diteceli tutti…anche quelli che fanno un po’ ridere, tipo quello del martello da battere sugli spessori o della zeppettina da mettere dietro al piedino. Conoscete? 😀

Top