La scollatura ti tradisce? Ecco il rimedio della nonna!

Scritto da Doria
Pubblicato in Vintage con  20 commenti
scollature, scolli, abito con scollo,

Ah le nonne! Ne inventavano una più del diavolo e per  ogni problema trovavano la soluzione. E questa è proprio bella!

Hai presente quando un vestito o una maglietta con la scollatura importante e generosa non aderisce bene al décolleté e ti tradisce nei momenti meno opportuni? Si insomma,  quando lo scollo “sbocca” e cede, facendo vedere quello che non vorresti, mettendoti anche un po’ disagio.

Ho letto sulla mia Domenica del Corriere che le nonne facevano così:

prendevano due bacchette del colletto di una vecchia camicia da uomo e li ricoprivano con un avanzo di stoffa. Li cucivano poi da una sola estremità, a destra e a sinistra della scollatura e infilavano le estremità non fissate, nel reggiseno o nelle sue spalline.

Facile vero? 

Certo, se vedessero come vanno di moda le scollature oggi si sentirebbero male. Ma non è detto che questo trucchetto non ci torni utile almeno una volta!

Metti che vai ad una cena importante con i tuoi ex compagni di scuola con quel vestito scollato che ti piace tanto. Poi ad un certo punto ti cade il tovagliolo (ti ricordo che hai lo scollo che sbocca) e sai che nel frattempo ti son diventate le “puppe a pera”…

Metti che invece vai a ballare il lisssio con uno scollo generoso, ma hai la quinta di seno e non vuoi rischiare lo straripamento…

Che fai, rinunci allo scollo? Mamancopegnente!

Molla le due àncore dentro al reggiseno e vai no!

Top