Lasciamo i bambini #liberidisporcarsi

Scritto da Doria
Pubblicato in Lavoretti Bambini con  15 commenti
giochi bambini all'aperto, giochi colori bambini,

Se chiedi a chiunque qual è l’episodio dell’ infanzia in cui si è divertito di più, ti sentirai raccontare “un gioco all’aperto” o “un gioco in cui si è sporcato tanto” (non ci credi? Prova a ricordarne uno tuo…).

Ci sarà un buon motivo? Sì.

Il gioco e il divertimento dei bambini sono strettamente legati alla spontaneità, alla libertà, alla istintività e ogni volta che un bambino gioca libero di esprimersi come vuole, non può che essere un momento divertente e da ricordare.

I benefici di un gioco libero, e solo apparentemente disordinato, sono fondamentali per un sano sviluppo fisico e psicologico.

Peccato che ci siano gli adulti a guastare la festa (facciamo tutti mea culpa). Spesso infatti gli adulti  tendono a mettere paletti e divieti ovunque, a volte anche senza un concreto motivo, e questo a scapito della libertà e spontaneità del gioco.

I motivi dei divieti sono i soliti: non si deve urlare perché si fa rumore, non si deve toccare la terra perché si sporcano le mani, non si deve saltare sulle pozzanghere perché si sporcano i pantaloni, non si deve pasticciare perché si sporca la casa, non si deve toccare gli animali perché non si sa mai…

“N o n  s i  d e v e”.

Proviamo invece a familiarizzare con questi verbi e a dire “s i  p u ò”:
rotolare, schizzare, schiacciare, mischiare, impastare, spennellare, toccare, scavare, salire, colorare, dipingere…
Senti la gioia?

Lasciamo i bambini #liberi di sporcarsi

Anche se sapevo che poi avrei dovuto lavare le magliette e pulire il tavolo noi abbiamo fatto un gioco (un po’ strano lo so , ma solo alle mie nipoti poteva venire in mente un’idea così).

Il gioco si chiama SI PUO’:

Si può colorare il tetto di lamiera della cuccia? Si
Si può anche dipingere con la vernice vera? Si.
Si può anche colorare con le mani? Sì
E si può anche pulire le mani nella maglietta? Si.
E si può sporcare il tavolo? Si.
E si può dipingere il cane? NO! E occhio a non bere i colori!

Protagoniste della giornata tre ragazzine e un cane.

A fare da cornice un giardino, una cuccia, colori, pennelli, bibite a gogò e una splendida giornata di sole…

oltre ai nuovi prodotti Chanteclair Bebé* che dovevo testare (ottimi tra l’altro. Ma chi usa Chanteclair già lo sa…)

Post offerto da Chanteclair linea bebè, formule delicate, dermatologicamente testate e ipoallergeniche.
*Prodotti della linea: il detersivo in tre profumazioni, l’ammorbidente per le fibre dei tessuti, lo scioglimacchia pretrattante per la rimozione dello sporco, l’additivo igienizzante per bucato e il detergente spray per la pulizia delle superfici.

Top