Lavorare all’Uncinetto: 5 Errori Comuni da evitare

Scritto da Doria
Pubblicato in Crochet Quattro Chiacchiere con  59 commenti
uncinetto,

Lavorare all’uncinetto bello ma è facile sbagliare. A chiunque può capitare, sia a chi è alle prime armi (non demordete mi raccomando), sia a chi è esperta (si dai, qualche volta sbagli anche tu ammettilo…).

In questo post ho elencato 5 degli errori più comuni all’uncinetto che io ho fatto, che altre stanno facendo e che in tante faranno ancora. Spero ti siano utili per capire se li fai anche tu. Correggere gli errori non è difficile, basta solo buona volontà.

1. Questione di tensione (non solo delle mani)

Per lavorare a crochet bisogna dosare la “giusta” tensione sia nell’impugnare l’uncinetto che nel tenere il filo, ma non c’è una giusta tensione che vale per tutti: ognuno ha la sua.
L’errore  che si commette spesso e soprattutto  agli inizi è infatti quello di lavorare pensando di più a mantenere la giusta posizione (mani, uncinetto, filo), piuttosto che a rilassarsi e godersi il lavoro.

Se vedi che tieni il filo come se tu stessi facendo il tiro alla fune, se senti che tieni così stretto l’uncinetto tanto da farti male la mano…allenta la presa. Anzi, alzati e fatti una camomilla!

lavorare-uncinetto

Lavorare all’uncinetto è una cosa rilassante e farlo con una certa rigidità può compromettere il lavoro che stai facendo: i punti possono venirti troppo stretti e il lavoro troppo rigido.

L’unico modo per non commettere errori di tensione è quello di lavorare rilassata, senza la paura di sbagliare (in fondo che ti frega? Se sbagli mica ti frusta nessuno!).
Convinciti che il modo più giusto di lavorare all’uncinetto è quello che va bene per te, non per gli altri.

2. Sbagliare il numero di maglie

Il lavoro cala o cresce dove non dovrebbe? Forse stai facendo un numero di maglie sbagliato.

Facciamo un esempio. Mettiamo che tu voglia fare un lavoro rettangolare.
Cominci a lavorare e dopo un po’ quando distendi il lavoro per guardarne i progressi, ti accorgi che il rettangolo sta diventando un trapezio: oops! Che fare? Conta le maglie!
Sicuramente ti accorgerai che ne stai facendo di più o di meno di quelle con cui hai iniziato e di solito l’errore lo si commette ad inizio o fine riga.
Quindi, se sei una principiante e non vuoi sbagliare…conta le maglie! (O usa i segnapunti.)
Se invece sei un’esperta, non hai bisogno dei miei consigli. Ma se un giorno ti accorgessi di aver sbagliato… prova un po’ a contare le maglie? 😉

3. Stai facendo i punti giusti?

Spesso non si è soddisfatte di un lavoro perché il risultato ottenuto non è quello che si aveva in mente. Non è che magari stiamo sbagliando a fare un punto?

Basta fare una breve ricerca in rete per controllare se stiamo facendo proprio il punto che ci serve e se lo stiamo realizzando tecnicamente nel modo corretto.

Faccio l’esempio di un errore molto comune: lavorare puntando l’uncinetto solo sotto al primo filo frontale (o sotto al secondo). Non è un errore grave (anzi è una variante della maglia bassa)  e spesso molte neanche se ne accorgono, ma se si fa questo errore in alcuni tipi di lavori, questi possono non tornare bene e la trama del lavoro non avrà l’aspetto che deve: il davanti sarà leggermente diverso dal dietro.

Per puntare invece correttamente l’uncinetto bisogna passare sotto ad entrambi i fili del punto (vedi sotto)

maglia-bassa

4. Il filo e l’uncinetto sbagliato

Pur non sbagliando i punti e lavorando all’uncinetto in maniera corretta seguendo un tutorial o delle istruzioni dettagliate, un lavoro può risultare diverso dal modello che abbiamo visto su una rivista o in rete. Volevamo farlo uguale, ma non ci siamo riuscite.

Forse dipende dal filato che hai usato (e anche dal numero di uncinetto). Spesso infatti per fare un lavoro non compriamo il filato consigliato per quel determinato progetto, ma ci arrangiamo con quello che troviamo in casa o in merceria.
La differenza tra un filato ed un altro ovviamente c’è e la resa è diversa e non possiamo pretendere di fare un lavoro uguale ad un altro se non usiamo gli stessi “ingredienti”.

Per dire, è come se tu, assaggiando la mia crema di ceci, volessi rifarla uguale e con lo stesso sapore…usando i fagioli.

5. Cercare di essere perfetti

Sembra un controsenso con quello detto fino ad ora ma non lo è. Nell’uncinetto non c’è peggior errore che cercare la perfezione. L’uncinetto non è una scienza. E’ soprattutto gioco, ispirazione, esperimento, relax,  insomma è bello a prescindere e anche se imperfetto. Se sei una principiante sappi che pensare di continuo a  non fare errori distoglie l’attenzione, priva del divertimento e azzera la creatività.

Non è una novità infatti che  molte cose belle siano nate da un errore.

¤¤¤¤

Ne hai riconosciuto qualcuno che fai anche tu? Bene, da oggi (forse) avrò contribuito a non farteli fare più.

E se ne farai ancora, sappi che non è un dramma: i lavori ad uncinetto si possono disfare (ti sentirai mancare lo so, ma ci si riprende quasi subito) oppure si possono anche correggere (questione di occhio e di furbizia).

Se invece ne fai altri che non ho elencato, perché non li condividi con noi?
Coraggio, confessa i tuoi errori figliola…

Top