Milleidee Blu: vi serve una macchina da cucire nuova e gratis?

Scritto da Doria
Pubblicato in in vetrina con  16 commenti
concorso milleidee blu, rivista milleidee, milleidee,

Avete bisogno di una macchina da cucire? Vi informo che potete vincerne una.

Ho ricevuto dalla redazione di Milleidee la comunicazione dell’apertura di un interessante concorso dal nome Milleidee BLU e quando ho visto quella macchina da cucire Junki in palio, mi son detta che dovevo per forza informarvi.

Ci tengo a sottolineare che nessuno mi ha chiesto di scrivere questo post. E’ una mia personale iniziativa mossa dal fatto che:

  • sono sicura che una macchina da cucire nuova e gratis fa comodo a tutte.
  • non potendo io partecipare (sob!), vi volevo girare questa bella opportunità.
  • ho conosciuto la redazione di milleidee proprio  partecipando ad un loro concorso (l’unico in vita mia che abbia mai fatto) e l’esperienza è stata decisamente positiva.
  • proprio ieri mi ha scritto Valeria, che si era iscritta ad un concorso di cui avevo dato notizia, che mi dice: “Volevo dirti che sono arrivata settima e ho vinto il cordless. Grazie mille per aver pubblicizzato l’iniziativa”. Oh, hai visto mai che qualcuna di voi che legge questo post possa vincere la macchina da cucire!

Il concorso è aperto a tutte: ragazze, signore, mamme e nonne che per un motivo o per un altro, fanno tante belle cose con le loro mani e che aspettano l’occasione giusta per poter essere apprezzate da chi veramente se ne intende.

L’unica cosa richiesta è che la creazione sia originale, reale, fatta a mano e soprattuto ispirata al colore BLU. Quindi se nelle prossime settimane vi capita di pasticciare con le vostre mani su un progetto creativo BLU, mandate le foto alla redazione di Milleidee (milleidee@mamasteal.it).

Non mi pare una cosa difficilissima, no?

Ritengo sia un’occasione interessante per poter dare valore alle vostre creazioni e, al di là dei premi o della vincita (che comunque mi pare da non perdere), vi posso assicurare che la soddisfazione di vedere in gara il vostro lavoro è una cosa da provare.

Aggiungo infine una considerazione del tutto personale, ma che mi sento di dire dal cuore: se vi è possibile (poi comunque siete libere di fare come volete), evitate di chiedere voti a destra e a manca. Ritengo che la vera soddisfazione arrivi nell’avere anche pochi, ma sentiti apprezzamenti.

Buona fortuna.

Top