Moda Vintage: rinnovare un vecchio cappotto

Scritto da Doria
Pubblicato in Cucito Quattro Chiacchiere Vintage con  25 commenti
modello cappotto, cappotto vintage, cappotto anni 60, collo a maglia, cappotto di lana,

Ho letto da qualche parte che son tornati di moda i cappotti.

Negli ultimi anni il cappotto sembrava aver perso appeal, ma da quando lo stile retrò degli anni ’60 è tornato prepotentemente a fare tendenza soprattutto tra i giovani, il nostro mitico amato, classico, cappotto in lana è stato rispolverato come indumento da non far mancare nell’armadio.

Ora, io non sono una di quelle che ama seguire le tendenze, ma se mi tirano fuori l’idea che il cappottino della nonna è tornato di moda, non posso che gioire e se la moda propone il cappotto vintage, che cappottino della nonna sia!

[Psss…Ho detto “cappottino della nonna”]

Se il vintage ti piace, non è che vesti vintage se compri il cappotto firmato stile anni ’60. Vuol dire solo che hai speso -forse- un sacco di soldi.

E’ sicuramente più trendy a parere mio, cercare di rimettere in circolo vecchi indumenti degli anni ’60/70/80.  Vi posso assicurare che ce ne sono di bellissimi: basta cercare negli armadi o pescare l’indumento giusto in un mercatino vintage.

Poi ovvio se hai un po’ di fantasia e manualità (se non ce l’hai fatti aiutare da tua zia) potrai rimodernare quel vecchio cappotto come piace a te, trasformandolo in un capo unico e personalizzato che potrai avere solo tu.

collo a maglia, cappotto, modello cappotto, cappotto vintage, cappotto anni 60, cappotto di lana, cappello di lana,

Poteva mancami il cappotto vintage nell’armadio? No.

Avendo conservato un cappotto grigio bellissimo di mia nonna (bottoni stupendi, stoffa unica, taglio attualissimo…peccato per le maniche un po’ corte, ma troverò il modo di allungarle…), che dicevo? Ah si, avendo un cappotto originale anni 60 (o 50? boh), ho cercato idee per rimodernarlo un po’ e magari mettermelo per Natale (perchè mi sta, signore mi sta!).

Per farmi venire l’ispirazione, ho sfogliato le pagine della mia collezione de la Domenica del Corriere e ho trovato un sacco di foto di cappotti dell’epoca. Questo in foto era uno dei più carini. Mi ha colpito l’idea del collo a maglia (con cappellino coordinato non è male) per dare colore e personalità. E tirando le somme mi sono fatta l’idea che

per rinnovare un cappotto si può:

  • aggiungere colli a maglia
  • aggiungere manopole a maglia
  • creare applicazioni e pizzi ad uncinetto e cucirle sopra al collo, intorno alle maniche, sopra alle tasche, in fondo all’orlo (anche di colori diversi dal cappotto).
  • aggiungere passamanerie
  • cambiare i bottoni
  • aggiungere applicazioni in ecopelle
  • abbinare una cintura particolare
  • scorciare l’orlo per dare un’aria più giovanile
  • fare spacchi laterali se ti sembra troppo stretto

Fatto tutto questo, o anche una sola cosa di quelle elencate, vuoi scommettere che il tuo nuovo cappotto piacerà a tanti?

A tanti non a tutti, perché diciamolo, quello che non vuole darti soddisfazione si sa…è sempre dietro l’angolo 

Approfondimento: vuoi vedere come ho rinnovato il cappotto di mia nonna? Leggi “come rimodernare un cappotto

Top