Riciclo Creativo: idee per riusare accessori da mare

Scritto da Doria
Pubblicato in Riciclo con  23 commenti
sdraio mare, tela sdraio, attrezzature mare,

Sei al mare, guardati intorno: quante cose e materiali vedi che potresti riutilizzare prima di buttarle via? Prova a pensarci!

Seduta su questa sdraio guardo la gente che passa, che prende il sole, che gioca, che fa il bagno. Ma non posso fare a meno di osservare che questa spiaggia (come tante altre) è piena, oltre che di bagnanti, anche di accessori mare come ombrelloni, sdraio, stuoini, teli, salvagenti, materassini, palloni, secchielli e palette, tanto per nominarne qualcuna e penso che tutto questo prima o poi verrà gettato via.

O si ripara o si ricicla

È nella normale storia delle cose che queste debbano finire, si sa, ma non è scritto da nessuna parte che se queste non son più buone a fare quello per cui sono nate, non debbano servire più a niente.
Così mi sono divertita, guardandomi intorno, a farne un elenco di accessori mare che possono essere riciclati, riusati, riadattati creativamente prima di essere gettati via (anche solo recuperandone il materiale di cui sono fatti).

Vecchi ombrelloni

riciclo ombrellone, ombrellone giallo, ombrellone frange,

L’ombrellone si è rotto, scolorito o è solo vecchio e vuoi cambiarlo? Prendine la stoffa!
La stoffa degli ombrelloni è bella, colorata e resistente: perché non riutilizzarla per farne una borsa fare la spesa, piccole pochette, portatrucchi, piccoli organizer per la borsa o tovagliette americane per fare colazione?

Lettini, brandine e sdraio rotti

lettino mate, lettino spiaggia,

Idem come sopra! La tela dei lettini, delle brandine e delle sdraio è particolarmente resistente e le fantasie a righe ricordano subito il mare. Perché non riutilizzarla per farne delle borse mare per portare  giochi o gli asciugamani?

I teli mare sciupati

telo mare, telo spugna, riciclo asciugamani,

La spugna più bella da riutilizzare è quella dei vecchi teli da mare.
Se si sono sciupati o sono solo vecchi e ci sono venuti a noia possiamo farci ciabatte, pantaloncini corti o shorts, grembiuli da cucina, borse portalavoro, pochette, portatrucchi, borse mare, sacchetti porta creme per la spiaggia.

Le vecchie stuoie

stuoia, stuoia mare,

Il materiale degli stuoini da mare mi piace un sacco.
Nel caso il vostro stuoino avesse delle parti sciupate e voleste buttarlo, recuperatene le parti buone.
I ritagli possono diventare tovagliette americane, simpatici portafoto, utili sottopentola o possono essere sfruttati come fantasiosi fondali per ambientare le vostre foto still life.

Materassini e salvagenti bucati

materassino mare

Tornare dal mare col materassino o il salvagente bucato è un classico. Ma lo sapete che il materiale con cui sono fatti, se ritagliato può essere utilizzato per un sacco di lavoretti e decorazioni craft? Provate a pensarci !
E io? Che in un momento di creatività estrema (o struziantismo acuto) ho recuperato un materassino e ne ho fatto un impermeabile da utilizzare in casi d’emergenza?

Secchielli, palette e rastrelli rotti

secchiello mare

Mi è capitato un sacco di volte di trovarmi tra le mani secchielli a cui si era rotto il manico o palette e rastrelli mezzi rotti. Non c’è stata una volta in cui non mi siano serviti per piccoli lavori in giardino.

E ogni volta che c’è stato da fare dei piccoli ritocchi di tinteggiatura alle pareti di casa, c’è sempre stato “qualcuno” che mi chiedeva: _Dove hai messo quel secchiello che mi serve per versarci la vernice?

Legni e conchiglie

legni mare,

E se invece facciamo una passeggiata e passiamo a recuperare le cose che il mare naturalmente ci dona, i lavoretti da fare con le cose che troviamo sono infiniti.
Da sempre le conchiglie e legni levigati dall’acqua sono usati per fare decorazioni e bellissimi lavori: dalle ghirlande per le porte, alle tende con le corde, dalle cornici per le foto ai portacollane e porta sciarpe da appendere. 


Questi sono solo esempi. Semplici spunti da cui prendere ispirazione o anche solo idee fantasiose che non realizzeremo mai.

Ma le ho scritte con il preciso intento di stimolare a guardare gli oggetti e i materiali con cui sono fatti: spesso possono essere preziose risorse per dare vita a nuove cose.

Il problema è che ancora molti non lo sanno.

Top