Riciclo vecchie lenzuola: quello che si può fare prima di buttarle via

lenzuola, vecchie lenziola, riciclo lenzuola

Ho delle vecchie lenzuola che non voglio buttare: che cosa ci posso fare?

Questa è una delle domande  ricorrenti che ricevo nelle mail. Da quando ho aperto unideanellemani.it  infatti, mi capita spesso di ricevere richieste di consigli su come poter recuperare le cose, prima di buttarle via. E pare che la cosa cui le signore sono più affezionate, siano le lenzuola.

Se decidete che non sono più buone a fare il loro dovere, bisogna dimenticare che sono lenzuola e cominciare a guardarle come semplice stoffa: le lenzuola sono stoffa! Ricordiamoci che sono anche, quasi sempre di un buon cotone, a volte in tinta unita, altre volte con belle fantasie,  quindi sfruttabili per tanti progetti di cucito.

Ora siccome io non riciclo per professione, ma mi viene d’istinto, così nello stesso modo rispondo alle vostre domande. Perciò ho fatto un elenco di cose che si possono fare con le lenzuola, sottolineando che non sono le uniche, ma sono quelle che sono venute in mente a me.

Hai delle lenzuola senza angoli che non usi?  Le lenzuola senza angoli possono avere nuova vita se:

Hai delle lenzuola che si sono ristrette?  Le lenzuola che per vari motivi si sono ristrette (capita), possono diventare:

  • lenzuola per un lettino singolo. E’ superfluo, ma lo dico:  bisogna  ritagliarle secondo la misura voluta e orlarle.
  • tovaglie per il pranzo di tutti i giorni (ripeto: pranzo di tutti i giorni…eviterei di stenderle sulla tavola se ci sono ospiti ;-) ). Basta tagliarle della giusta dimensione e cucire ai lati un bel bordo di stoffa in tinta, alto almeno 10 cm.
  • copripiumoni per il letto dei bimbi. Basta cucire le lenzuola a sacco e realizzarlo come ho fatto qui.
  • simpatiche tovaglie per i vostri pic-nic. Basta cucirle sopra ad un vecchio plaid! 
  • tappeti. Per chi non lo sapesse, le lenzuola possono essere tagliate in strisce (sottili fettucce dello spessore di 2-3 cm) in modo da ricavarne del filato. Questo potrà essere lavorato all’uncinetto o intrecciato a mano per  formare lunghe trecce che opportunamente arrotolate su se stesse e cucite, possono dar vita a simpaticissimi tappeti. Il procedimento è un po’ lungo ma vi assicuro che per il risultato che si ottiene, ne vale la pena. Per ricavare dalle lenzuola un filato unico, bisogna cucire insieme i lati più lunghi del lenzuolo (in pratica il lenzuolo dovra diventare come un “grande tubo”) e poi seguire lo schema di taglio che avevo descritto in questo tutorial: fettuccia di cotone fai da te

Hai delle lenzuola con gli strappi?  Le lenzuola, soprattutto se molto consumate, si rompono. Ma, una volta eliminate le parti rovinate, se ne può recuperare la stoffa ancora buona, ritagliandola secondo le nostre esigenze. Cosa ci si può fare?

  • nuove federe
  • fodere per i cuscini
  • grembiuli da cucina
  • simpatici prendisole da bambine
  • rivestimento per l’asse da stiro
  • custodie copri giacche e cappotti
  • tendine per piccole finestre
  • bordi per asciugamani che hanno bisogno di essere rinnovati
  • sporta per la spesa
  • sacchetti porta-pane
  • sacchetti per la biancheria
  • sacchetti da viaggio per le scarpe
  • stracci per spolverare

Se poi non avete idee o non avete voglia per il momento di mettervi alla macchina da cucire, ricordatevi che comunque le lenzuola sono “merce preziosa” anche se non stanno sopra al letto.

Non gettatele, ma fatene piccoli scampoli da tenere nella vostra craft room in attesa di qualche idea.

Ma sono sicura che di idee ne avrete in quantità e sarebbe bello poter continuare l’elenco!

Nello spazio dei commenti potete condividere le vostre idee su come riciclare le vecchie lenzuola.

Leggi anche :

E non è finita! Su Unideanellemani ci sono anche questi:

29 comments to Riciclo vecchie lenzuola: quello che si può fare prima di buttarle via

Leave a Reply

  

  

  

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.