Lavorare all’uncinetto: 5 strategie per terminare il lavoro in fretta

Scritto da Doria il
Pubblicato in Crochet con  11 commenti

Quando mi viene l’ispirazione e penso a qualche progetto all’uncinetto, la prima cosa che voglio fare è iniziare subito a lavorare, la seconda invece è…desiderare di averlo già finito! 😀

A volte mi piacerebbe proprio avere le mani con i super-poteri, veder crescere il lavoro velocemente come in un video accelerato e finire il progetto nel giro di un’ora. Non vi nascondo che spesso ci provo.
Faccio a gara con l’orologio, mi impegno, mi concentro, cerco di lavorare all’uncinetto il più in fretta possibile ma…no, i super-poteri non cellò!

Il desiderio di vedere il proprio lavoro all’uncinetto terminato il prima possibile comunque sono ci accomuna un po’ tutte, vero? (sbaglio o mi pare di aver sentito tanti sììì! ? 🙂 )

Modi per lavorare all’uncinetto più velocemente

Questa voglia di fare in fretta mi ha indotto a chiedermi se effettivamente ci sia davvero un modo per lavorare all’uncinetto più velocemente. A parità di capacità, in effetti ci sono crocheters che lavorano veloci come treni, altre invece che sono molto lente. Quello che le prime terminano in un’ora, le seconde possono impiegare anche un giorno. Cos’è che fa la differenza? Quali sono le cose da considerare per lavorare all’uncinetto più rapidamente?

1. Usare punti alti, anzi altissimi

Uno dei modi più comuni per terminare in fretta i lavori all’uncinetto è quello di utilizzare punti che aggiungono altezza al progetto. Su questo trucchetto ci siamo cascate un po’ tutte, non è così?
Molti lavori all’uncinetto vengono benissimo con i punti lunghi (coperte, scaldacolli, sciarpe, poncho) e si finiscono in pochissimo tempo. Consiglio quindi di cercare motivi all’uncinetto che vi piacciono e che prevedono le maglie alte doppie, triple, quadruple e le maglie multiple in generale.
Attenzione però. Utilizzare questi punti solo ed esclusivamente per soddisfare il desiderio di terminare un progetto più velocemente, non è un’idea brillante. I punti lunghi infatti o motivi fatti a catenelle, limitano molto il tipo di progetti che si possono fare. Per esempio i punti che aggiungono altezza non sono indicati per fare progetti all’uncinetto piccoli come scarpine per neonati o oggetti di dimensioni ridotte. Non sono neppure adatti per quei lavori all’uncinetto che devono essere piuttosto compatti e sostenuti. Il lavoro fatto all’uncinetto con i punti lunghi o con le catenelle infatti, risulta piuttosto morbido e traforato. Quindi, se per finire prima un lavoro volete utilizzare il metodo dei punti lunghi,  vi consiglio di farlo solo se è quel punto è adatto al progetto che dovete fare.

2. Lavorare con filati Chunky

La mania di lavorare progetti all’uncinetto con filati enormi, anzi enormissimi, ormai ci ha preso un po’ tutte. Questo tipo di filati, sono belli e anche simpatici e permettono di fare tanti lavori all’uncinetto sia da indossare che per la casa. Utilizzando uncinetti adeguati (in genere dal n.12 fino al n. 25) il lavoro cresce velocemente e si può terminare un progetto anche importante in poche ore.
Ma se è vero che sono bellissimi (soprattutto per fare lavori invernali in lana o estivi in fettuccia), anche con i filati spessi bisogna fare attenzione. Non tutti i lavori all’uncinetto infatti possono essere realizzati con questi filati. Progetti tipo maglioni, scaldacolli o sciarpe all’uncinetto fatti con filati chunky se pur belli e originali, spesso risultano troppo rigidi e per niente comodi da portare (l’effetto è quello del palombaro 😀 ). Invece cose tipo coperte, cuscini o altri oggetti per la casa sono perfetti per essere fatti con fettuccione e filati spessi e si possono fare in quattro e quattr’otto.
Nelle immagini ho messo degli esempi di lane colorate tipo chunky e un uncinetto gigante da 25 acquistabili anche su Amazon.

3. Trovare la giusta impugnatura per l’uncinetto

Non so se ci avete fatto caso ma anche il modo di tenere uncinetto e filo influiscono notevolmente nella velocità di lavorazione.
Come sapete non c’è un impugnatura migliore di un’altra, ma a seconda dei filati che si utilizzano, impugnare l’uncinetto in un modo piuttosto che in un altro può fare la differenza. Per esempio, l’impugnatura “a coltello” fa lavorare in maniera più veloce i filati grossi di cui vi parlavo sopra, mentre la presa classica, cioè “a penna”, permette di lavorare più velocemente i filati sottili. Consiglio quindi di non insistere a rispettare la tecnica che vi consigliano i libri di uncinetto ma, se volete lavorare spedite, di scegliere la presa e lo stile più comodi per voi e per quello che state lavorando.

4. Agevolare il filo

 Quando lavorate, prestate attenzione al modo in cui tirate il filo: deve poter scorrere facilmente.
Fate in modo quindi di tenere i gomitoli in un portagomitoli (cesta, tazza, borsa, contenitore di plastica…) in cui possano rotolare senza scappare e i fili possano scorrere senza impigliarsi o intrecciarsi.
Quelli che ho messo in foto sono due porta gomitoli molto utili che ho trovato su Amazon:
il primo è una borsa porta gomitoli con fori per i fili;
il secondo è un porta gomitoli girevole.
Lavorare all’uncinetto con gomitoli che si srotolano senza problemi, vi farà risparmiare minuti preziosi.

5. Scegliere modelli adatti alle proprie capacità

Se volete fare un lavoro all’uncinetto e finirlo in fretta, scegliete modelli facili da fare, almeno se siete principianti. Se invece siete crocheters esperte, sapete già che dovete evitare schemi troppo complicati che non siete sicure di completare. Questo perché gli schemi complessi di solito generano più errori e quindi frequenti interruzioni che, non solo rovinano il filato utilizzato, ma fanno perdere un sacco di tempo.
I progetti complicati li sappiamo fare, ma è meglio lasciarli per i momenti in cui siamo rilassate e non abbiamo fretta. Giusto?


Concludo comunque con una raccomandazione. Anche se terminare un lavoro all’uncinetto in poche ore è il nostro sogno ricorrente, è meglio non fare le eroine. Se siamo stanche e ci fa male la mano, la schiena, il collo, meglio fare delle pause o questi → 10 esercizi per rilassare le mani stanche. Lavorare all’uncinetto è bellissimo e rilassante, ma può avere dei lati negativi a cui non pensiamo mai.

Per approfondire: 5 problemi di salute che capitano a chi lavora troppo all’uncinetto

E ora sondaggino lampo: quante volte vi fate condizionare dalla voglia di terminare in fretta un lavoro all’uncinetto? Risposte possibili:
1. 
SEMPRE; 2. SPESSO; 3. RARAMENTE 4. MAI (voi del mai palesatevi che vi voglio conoscere). 😉

Top