Vuoi imparare a cucire? Ecco quello che ti potrebbe capitare

Scritto da Doria
Pubblicato in Cucito Quattro Chiacchiere con  36 commenti
rischi-cucire

Ciao ben arrivata. Il titolo ti ha incuriosito eh?

Aspetta che indovino: scommetto sogni di imparare a cucire perché pensi che fare un orlo ai pantaloni o cucire un vestitino a tua figlia sia la cosa più bella del mondo. Hai ragione, è proprio così.

Premere su quel pedale, saper guidare quella macchina et voilà farne uscire un capo pronto senza andarlo a comprare, è un po’ come per un pilota correre  il gran premio di formula uno ed arrivare sul podio.

frase cucito Preparati a:

1- Ritrovarti gli spilli addosso dove meno te l’aspetti

Si, succede. Capita che a forza di usare gli spilli questi vadano persi: per terra, sotto la macchina da cucire, in mezzo alla stoffa.
Poi però se ti senti pungere proprio lì, non pensare che siano le tue mutande di pizzo.
E’ uno spillo, toglilo subito.

2- Andare in giro somigliando ad un peluche

Ti capiterà anche di uscire all’improvviso senza darti neanche un’occhiata allo specchio.
Poi però vorresti averlo fatto quando la tua migliore amica ti fa: c’hai un filo
Abbassando lentamente gli occhi scopri che la tua amica è stata fin troppo gentile: addosso non hai UN filo… sei PIENA!
Fra te e un peluche la differenza è poca. Minimizzi, sorridi e con eleganza ti dai una pulitina con la mano, ma ormai la frittata è fatta: ora tutti sanno che hai imparato a cucire e  verranno presto a suonare alla tua porta.

3- Aggiustare i vestiti il giorno delle feste

Ancora devo capire il perché, ma è un classico che la mattina di ogni festa santificata (Natale, Pasqua, eccetera eccetera…) capiti che qualcuno della tua famiglia veda nel vestito -nuovo di pacca- un difetto che prima non aveva visto: è troppo grande qui, mi stringe qua, fa una gobba là.
Calmati e fai un respiro profondo. Infila l’ago della tua macchina da cucire (se ce la fai cerca di trovare il filo adatto e del colore giusto) e anche per quella mattina di festa…rassegnati ad uscire per ultima.

4- Accorciare i pantaloni a tutti e non trovare il tempo di scorciare i tuoi

Hai imparato a cucire e ormai si è sparsa la voce (è stata l’amica del punto 2, fidati). Ora preparati a che casa tua diventi meta di pellegrinaggio.
Anche quelli che prima ti schifavano, busseranno alla tua  porta e con un bel sorriso e un paio di pantaloni in mano,  ti chiederanno l’orlo con la frase: tanto sei così brava, per te è un attimo…

5- Avere sempre uova fresche in frigo

Se hai pensato di imparare a cucire per contribuire al bilancio familiare, hai preso un abbaglio. Quelli del punto 4 non sono clienti ma amici e tu non sei una sarta.
Quindi al massimo quello che potrai incassare saranno molti “grazie” e, se sei fortunata e hai una vicina di casa col pollaio, potrai ritornare al vecchio caro baratto: orlo in cambio di uova fresche. Avrai il frigo pieno.

6- Fare riparazioni che ti metteranno in crisi

Poi quando a forza di fare orli ai pantaloni ti sentirai ormai sicura di te e padrona della tua macchina da cucire, arriverà qualcuno che…

Dlin Dlon.

_Ciao, sono la zia della cugina della cognata di tua cognata. “Qualcuno” mi ha detto che cuci (ohibò e chi sarà mai?! forse la solita del punto 2?)
_Mi arrangio, ma non sono una sarta.
_Non ti preoccupare è una cosa semplice: avrei una giacca da stringere.
_Una giacca?! (ma non avevo letto su unideanellemani al punto 4 che sarebbero arrivati tutti coi pantaloni?)

Ora, tu che sai già un po’ cucire, prova a dire che non è così… 😉

Top