cropped-logo.png
Cerca
Close this search box.

10 CONSIGLI per avere un angolo CUCITO PIÙ FUNZIONALE

Ci sono molte cose da fare per aumentare la funzionalità di un angolo cucito. Scopri come creare uno spazio tutto tuo e trasformarlo in una postazione lavoro perfetta!

Chi mi segue da un po’ sa che mi sono costruita da sola una bella stanza dove cucio, lavoro e faccio tante altre cose. Prima mi sono costruita un tavolo più grande, poi ho ridipinto le pareti e eliminato cose inutili, ho creato una bella peg board dove sistemare molti dei miei attrezzi, poi ho organizzato meglio gomitoli, stoffe e prodotti vari in una scaffalatura. Insomma posso dire a distanza di tempo che avere uno spazio di cucito funzionale ha migliorato notevolmente la mia esperienza creativa.

Angolo cucito funzionale: 10 CONSIGLI che mi sento di dare 🧵✂️

In base alla mia esperienza (non nel senso di competenza ma di vissuto😊 ) ho pensato di scrivere alcuni suggerimenti di base per aiutarvi a ideare, organizzare e ottimizzare la vostra area cucito. Prendeteli come punto di partenza per iniziare a costruire il vostro angolino o stanza dedicata secondo le vostre esigenze e disponibilità.

1. È bene stabilire subito dove e quale deve essere lo “spazio cucito”

“Da ora in poi io lavoro qui” questa è stata la frase che ho pensato e detto quando ho deciso di “prendere” per me una stanza di casa che era dedicata ad altro (tra l’altro è anche la più grande 😊).
Il consiglio che do quindi è di scegliere bene un’area ben precisa di casa e di dedicarla al cucito. Ovviamente gli altri componenti della famiglia devono essere d’accordo (mica dico al 100%…basta anche un NI e vi potete trasferire. Io almeno ho fatto così 😜).

Tutti però devono sapere che sarà un vostro spazio esclusivo: siate categoriche! Vi servirà per lavorare in santa pace e lo potrete usare per evitare distrazioni e mantenere la concentrazione (si spera 🤞🏻). Se poi avete animali domestici o bambini piccoli, valutate la possibilità di stabilire delle regole per tenerli a distanza dal vostro spazio di cucito (grande o piccolo che sia) o almeno per scongiurare che possano fare danni (tipo farsi male con le forbici, rovinare le stoffe, bucarsi con gli spilli, strappare la carta dei cartamodelli, interrompervi ogni cinque minuti).

📌 SCOPRI DI PIÙGuarda il mio nuovo spazio lavoro


2. Studiare bene la disposizione delle cose più importanti

Prima di decidere dove mettere i miei strumenti e le attrezzature per cucire ho fatto tante prove piazzando, spostando e ripiazzando i mobili. Quello che è importante infatti è massimizzare gli spazi, l’efficienza e il comfort. È per questo che una volta deciso dove, è bene studiare il come.
Per esempio assicuratevi che macchina da cucire, asse da stiro e tavolo da taglio siano facilmente accessibili e possibilmente sempre pronti all’uso. Posizionate questi elementi in base alla frequenza con cui ne avrete bisogno. Non vi immaginate quanto sia comodo avere sempre una macchina da cucire pronta, un’asse da stiro aperta, un tavolo pronto e comodo da usare.

📌 SCOPRI DI PIÙCome ho creato un tavolo cucito con una vecchia scrivania


3. Valutare se dotarsi di un tavolo o un mobiletto da cucito

Io ho sia una macchina con mobiletto che un tavolo grande perché la stanza me lo permette, ma voi potete valutare se dotarvi di un mobiletto o di un tavolo decidendo in base allo spazio e al budget che avete a disposizione.
Considerate che i tavoli o le scrivanie dove appoggiare la macchina da cucire sono la soluzione più economica, pratica e veloce da utilizzare. I mobiletti per la macchina da cucire invece sono più costosi ma sono dei veri e propri mobili a scomparsa con cassetti e organizer dove riporre tutto l’occorrente e una volta chiusi sono compatti occupano poco spazio.

📌 SCOPRI DI PIÙMeglio il mobiletto o il tavolo da cucito


4. Mettere un’illuminazione adeguata

Nella stanza dove cucio, lavoro sia di giorno che di sera/notte quindi una buona illuminazione per cucire è fondamentale. Di giorno mi aiuta la luce che entra dalle due finestre presenti, ma quando fuori è buio accendo le mie softbox ovvero le lampade che uso per fare le foto.
Ora, io non dico di dotarvi di lampade come le mie (anche perché sono ingombranti) ma, per avere un angolo cucito funzionale, il mio consiglio è di investire in una buona lampada per illuminare adeguatamente lo spazio quando è sera e ridurre così l’affaticamento degli occhi. Spesso infatti la sola finestra o solo la luce del lampadario della stanza non basta.

📌 SCOPRI DI PIÙLampada per illuminazione professionale * 


5. Organizzare bene i materiali

Per mantenere le attrezzature di cucito in ordine e a portata di mano (come stoffe, forbici, gessi, squadre, cerniere, elastici, bottoni, aghi, eccetera, eccetera…) a me ha fatto molto comodo usare organizer come porta spolette, ceste e cestini, cassetti, scatole e contenitori vari. In commercio ci sono soluzioni di tutti i tipi per organizzare bene il materiale di cucito (per esempio la mia cremagliera per le bobine di filo*  l’ho trovata su Amazon) ma, volendo, si possono creare delle soluzioni veramente carine usando quello che c’è in casa. Si possono usare scatole di biscotti o graziose scatole regalo, grandi borse con chiusura a zip, ceste e cestini di cucina, cornici per riporre in ordine fili, nastri passamanerie, barattoli di plastica o di latta come porta pennarelli, forbici.

📌 SCOPRI DI PIÙGuarda quanti utili organizer puoi fare in casa da sola


6. Posizionare a portata di mano i materiali essenziali

Per evitare continue interruzioni durante i miei progetti di cucito, ho fatto in modo da avere gli strumenti più utilizzati (come forbici, filo, spilli, metro, righelli) a portata di mano. Per esempio, a questo scopo ho costruito una parete attrezzata dove, come alzo la testa, trovo subito quello che cerco.

Il consiglio quindi è, per chi può, di creare una pegboard, anche piccola, dove organizzare e appendere tutto quello che vi serve. Questa soluzione è perfetta come salvaspazio anche per chi deve realizzare un angolo cucito in uno spazio ristretto.

📌 SCOPRI DI PIÙGuarda come ho creato la mia parete attrezzata


7. Investire in una postazione stiro

Chi cuce sa benissimo che un progetto di cucito ben stirato (prima, durante e dopo le cuciture) è sicuramente più bello e professionale. Stirare un progetto man mano che si cuce infatti facilita il lavoro e migliora l’aspetto di ogni cucitura. Per questo secondo me, prevedere nello spazio cucito un’asse da stiro è sicuramente una cosa da fare.
Non servono grossi investimenti ma basta un’asse comune e un buon ferro a vapore. Eventualmente consiglio di tenere l’asse da stiro vicino al tavolo di cucito e di impostare l’altezza dell’asse uguale a quella del tavolo da cucito. In questo modo stando sedute e girando solo la sedia sarà possibile cucire e stirare senza mai doversi alzare.

📌 SCOPRI DI PIÙCuscini da sarto: idea da fare in casa per stirare bene tutto


8. Catalogare tutti i cartamodelli

Un’altra delle cose a cui pensare per avere un angolo cucito più funzionale è organizzare i cartamodelli per tipo o progetto, in modo da poter individuare facilmente quello che serve senza dover cercare per un’ora tra pile di carta.
Io per esempio li ho appesi con una pinza da ufficio suddividendoli in categorie: una pinza raccoglie i cartamodelli di gonne, una quelle di camicette, una di pantaloni, una di colli e così via.
Forse esteticamente non sarà il metodo migliore da vedere, ma è comodo e mi permette di tenere ben stesi e senza piegature i miei cartamodelli.

📌 SCOPRI DI PIÙDisegnare Cartamodelli: metodi per imparare a farli da soli


9. Mettere etichette in ogni contenitore

Per avere un angolo cucito efficiente, un’ idea classica ma sempre comoda ed efficiente è etichettare cassetti e scatole varie.
Questa buona abitudine mi permette di ottimizzare i tempi e trovare al primo colpo aghi, cerniere, elastici, piedini, bottoni e tutto quello che è di piccole dimensioni e che non ho messo a vista ma dentro a contenitori vari.

A questo scopo tempo fa disegnai personalmente una serie di etichette floreali personalizzate per la mia craft room. Potete stamparle e usarle per organizzare tutti i vostri contenitori e cassetti del vostro spazio cucito.

📌 SCOPRI DI PIÙGuarda e scegli etichette per la craft room da stampare


10. Creare uno spazio di lavoro divertente e creativo

Oltre a creare un angolo cucito ben organizzato e funzionale, ho anche voluto divertirmi ad aggiungere oggetti decorativi.
In realtà non sono necessari, ma valutate l’idea di divertirvi a personalizzare il vostro spazio e circondarvi di gingilli che vi piacciono: ispirerà le vostre giornate creative e creerà un ambiente piacevole da vedere.
Potete appendere quadretti, stampe o foto su una delle pareti, circondarvi di elementi colorati come barattoli, fiori, piante e elementi ricamati, oppure potete aggiungere oggetti decorativi come un orologio, una lavagna, una bacheca da ufficio, una mensola originale.

📌 SCOPRI DI PIÙCome personalizzare uno spazio creativo


Considerazioni finali 🧵✂️

Sebbene sia importante leggere suggerimenti vari per rendere uno spazio di cucito più funzionale ed efficiente, alla fine comunque ciò che indica la strada da seguire sono lo spazio disponibile, il budget a disposizione e le esigenze personali di ognuno.
È molto probabile che il nuovo angolo del cucito non sarà al 100% quello dei sogni, ma ciò che conta è amarlo così com’è, sapere che è uno spazio solo vostro e che è possibile perfezionarlo col tempo e non tutto in una volta. 😉

Buon cucito!

doria-chi-sono-rss-2-1

Questo post ti è piaciuto ?
Salvalo e condividilo
con i tuoi amici !

Iscriviti alla Newsletter

Ti consiglio anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sponsor

Rss

Iscriviti alla Newsletter