cropped-logo.png
Cerca
Close this search box.

Come fare sacchettini portaconfetti fai da te adatti per ogni occasione

sacchettini portaconfetti fai da te

Tempo fa la mia amica Laura mi ha mandato un sacchetto portaconfetti di stoffa veramente carino.

Curiosa come un bambino quando smonta un giocattolo, l’ho aperto, guardato e studiato per vedere come fosse fatto. Il sacchettino portaconfetti era di stoffa, formava quattro punte ed era chiuso da un nastrino (più o meno come quello della foto).

Il modello mi è sembrato subito accattivante perché facile da fare, versatile e allo stesso tempo dalla forma originale (a me sembra un fiore o una farfalla 🙂 ).
Una volta aperto ho visto che era fatto con due quadrati di stoffa cuciti insieme da quattro cuciture dritte e stop. Tutto qui.
RIPETO: due quadrati di stoffa, quattro cuciture, un nastrino. Eppure non è il classico sacchettino rettangolare.

Come fare sacchettini portaconfetti fai da te economici

Ho provato così a rifarlo -spero nel modo giusto- e mi pare sia venuto bene!
Così, pensando a tutte quelle mamme, nonne, zie che vogliono risparmiare creando bomboniere fatte in casa, ho fatto un tutorial per spiegare come fare questo sacchettino per i confetti così carino.

Mi auguro sia di aiuto a chiunque sia in cerca di idee per fare sacchettini portaconfetti economici e realizzare bomboniere fai da te uniche ed originali.

sacchettino-portaconfetti-fai-da-te occorrente

Per fare questo tipo di sacchettino portaconfetti ho usato:

  • due quadrati di stoffa in fantasie diverse
  • un paio di forbici con lama a zigzag (per evitare di fare orli),
  • nastrini a piacere
  • ago e filo
  • macchina da cucire

ssacchettino-portaconfetti-fai-da-te step 1

1.Ho tagliato due quadrati di stoffa di 13x13cm.
La stoffa l’ho presa a caso (ché tanto per me era solo una prova). Quella che ho usato può andare bene per un sacchettino portaconfetti per nascita, ma ovviamente ognuno può scegliere la stoffa che ritiene più adatta alle proprie esigenze.

Per esempio se realizzati con un tessuto di raso rosso si possono creare sacchettini portaconfetti fai da te per una laurea, se fatti bianchi, rosa o azzurri sacchettini per un battesimo, in tulle o juta per un matrimonio…e così via.

sacchettino-portaconfetti-fai-da-te step 2 - Copia

2. Ho ho messo i due quadrati di stoffa uno sopra l’altro facendoli combaciare e ho piegato l’angolo verso il centro in modo da formare un triangolo (vedi foto sopra).

sacchettino-portaconfetti-fai-da-te step 3

3. Ho piegato tutti gli altri angoli verso il centro e li ho fissati con uno spillo.

sacchettino-portaconfetti-fai-da-te step 4 - Copia

4. Ho cucito i lembi piegati a circa 1,5 cm dal bordo.

sacchettino-portaconfetti-fai-da-te step 5

5. Con un ago da lana ho passato due nastrini dentro la coulisse che si è formata.

sacchettino-portaconfetti-fai-da-te step 6

6. Uscendo con l’ago ad ogni angolo e rientrando nel foro successivo, ho fatto fare al nastrino tutto il giro, fino a tornare al foro di partenza.

sacchettino-portaconfetti-fai-da-te step 7

7. A questo punto ho aperto i lembi del sacchettino, ho tirato un po’ i nastrini e messo i confetti dentro.

sacchettino portaconfetti di stoffa fai da te

8. Una volta tirato i nastrini e fatto un bel fiocco, si è formato il mio sacchettino portaconfetti di stoffa!

sacchettino-portaconfetti-fai-da-te

Suggerimenti

Naturalmente per me è stato solo un esperimento – per fortuna non ho cerimonie in vista- sicuramente migliorabile.
Però questo tipo di sacchettini portaconfetti fatti a mano potrebbero essere un’idea interessante da cui prendere spunto perché sono

  • carini e facili da fare: bastano quattro tagli e quattro cuciture
  • economici: si possono realizzare con tanti tipi di stoffa, anche riciclata.
  • versatili: si possono fare di tutte le misure e sono adatti per ogni tipo di cerimonia (nascita, comunione, cresima, laurea, matrimonio, anniversario…ne ho dimenticato qualcuno? :).
  • personalizzabili: per esempio possono essere fatti in lino con le iniziali ricamate in una delle quattro punte aperte. Ma questa è solo un’idea.

Bon, mi sembra di aver detto tutto.
Ah, no. Se pensi che in futuro questo post ti possa servire, condividilo, pinnalo o mettilo tra i preferiti: una cerimonia in agguato c’è sempre e un giorno potresti pentirti di non averlo fatto.  🙂

doria-chi-sono-rss-2-1

Questo post ti è piaciuto ?
Salvalo e condividilo
con i tuoi amici !

Iscriviti alla Newsletter

Ti consiglio anche...

20 risposte

  1. Molto belli questi sacchetti! Quando mi sono sposata li ho fatti da me con la mia migliore amica e sono piaciuti tanto e in più ho comprato un sacco di dolci su vian shop.com, uno shop on line fantastico!

  2. Ciao Doria,
    ammiro la tua creatività e ammiro che metta in condivisione con tutti le tue idee.
    Bellissimi questi sacchetti portaconfetti!
    Grande 🙂

  3. Bello questo sistema e straordinario il risultato finale,. Con un abbinamento di stoffe azzeccato si hanno delle fantastiche bomboniere. Più grando per regalare caramelle/cioccolatini in modo originale. Riutilizzabili come contenitori.: tanti “piccioni” con 2 quadrati. Grazie per l’idea. Tina

  4. Molto carini, questi sacchettini, non ho cerimonie in giro per fortuna 😀 !! Era da tanto troppo tempo che non mi facevo via ne qui ne in modo privato e mi spiace tanto tanto ! Ma ((ma come come mai sbuca fuori sempre il solito «ma» ….)) anche perchè stavo mettendo ordine nella mia vita, (sempre e comunque felicemente single :D, senza nulla togliere a chi è felicemente maritata 🙂 !) dicevo mettevo ordine nella mia vita che senz’altro è più facile che mettere ordine nell’armadietto simile alla borsa di Mary Poppin’s ….di tutto quello che c’era ho pure ritrovato un candido scamplone di tessuto in lino ….e il mio cervello ha cominciato a fare faville ….poi ho dato uno sguardo al bracciolo del divano dove solitamente mi piazzo a cucire e mi son detta «vabbè magari dopo che finisco quell’everest di roba da finire …a te candido lino te acciuffo più tardi» da un paio di giorni il bracciolo del divano ha seguito la dieta ««del fare & finire»» sta perdendo metri …ehm…kili !!! Insomma per l’ennesima volta mi dai uno spunto in più per levare da Mary Poppin’s qualcosa che mi risulterà utile magari a seconda dell’uso si posso prendere misure più grandi ….Cara Doria sei il mio personale fottutto genio della lampada !!

    1. Ehilà bentornata Rituzza! Mi fa piacere che tu sia sempre creativamente attiva 🙂
      Comunque sai che mi sono persa? Ho ben chiaro “scampolone di lino”, “bracciolo del divano” “dieta” e “genio della lampada” ma come li combinerai insieme non lo so.
      Cioè…hai messo a dieta il divano e vuoi fare un vestitino al bracciolo con lo scampolone di lino e ti aiuta il genio della lampada? (che ovviemente non sono io) 😀

      1. Urka rileggendo il mio commento ho notato una mitragliata di miei errori di battitura 😀 !!Si cratività alle stelle ho ripreso alla grande mi son fatta una specie di schemino giornaliero «tal giorno da tot ora a tot ora si crea…» tipo quello che si faceva nel diario scolastico con le materie giornaliere … poi ci sono anche giorni in cui faccio la mia ora d’aria ….tra market e ….mercerie varie e il mio portafogli soffre di anoressia 😀 !!! hahahhaah il bracciolo del divano ha perso un paio di etti proprio ieri …tra una settimana **deve** perdere un kilo !! Ehh si si …tu sei un genietto e se non ti piace la parola genio ….allora sei comunque una musa ispiratrice …………………….struziante !!!! Ti lovvissimo <3

  5. Qualcosa di simile ho visto qualche anno fa in un tutorial inglese, ma cucendola non era proprio semplice come la tua. Proprio da pinnare e mettere da parte. Grazie.
    Io ho appena terminato le mie prime bomboniere per la Comunione di mio nipote, un classico sacchettino, presto il post sul blog. Ciao

  6. Certo che Laura è fantastica!! Solo lei poteva creare un cosa così carina e allo steso tempo così semplice.
    Questa la copio, non so quando ne perché ma la copio di sicuro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sponsor

Rss

Iscriviti alla Newsletter