cropped-logo.png
Cerca
Close this search box.

Insegnare uncinetto e maglia ai bambini: ecco come iniziare!

Insegnare maglia e uncinetto ai bambini: consigli su materiali, progetti e come avvicinare i piccoli a queste attività manuali in modo facile e divertente

Nei giorni scorsi mi è piaciuto molto raccontare la mia esperienza con l’uncinetto e la maglia di quando ero bambina. Questo mi ha dato anche modo di scrivere quello che in tanti ormai asseriscono e cioè che la maglia e l’uncinetto sono attività che favorire lo sviluppo cognitivo, emotivo e sociale dei bambini (per saperne di più, seguite il link che ho appena inserito).

A questo punto credo che potrebbe essere interessante dare qualche indicazione non più sul PERCHÈ lavorare a maglia e uncinetto faccia bene ai bambini, ma sul COME insegnare loro a lavorare all’uncinetto e a maglia.

Come insegnare l’uncinetto o la maglia ai bambini

Insegnare la maglia e l’uncinetto ai bambini è senza dubbio un modo alternativo per passare insieme a loro momenti creativi e stimolanti. Dalle domande che ricevo spesso però, ho capito che il problema è:
da che parte cominciare?
Qui di seguito scriverò 10 risposte ai dubbi più comuni che vengono un po’ a tutte le mamme, nonne o zie che vogliono insegnare queste attività manuali ai loro bambini.

1. Qual è l’età giusta per insegnare l’uncinetto o la maglia ai bambini?

Anche se non c’è un periodo ben preciso, diciamo che l’età ideale per iniziare a lavorare all’uncinetto o maglia è quella scolare (dai 6 anni in poi). Ai bambini più piccoli si possono proporre attività manuali simili e propedeutiche come per esempio fare la maglia con le dita o l’uncinetto con le dita.

2. Meglio la maglia o l’uncinetto?

Dipende da quello che sapete fare e dalle loro preferenze. Come tecniche manuali comunque vanno bene entrambi, anche se spesso i bambini preferiscono l’uncinetto. Credo dipenda dal fatto che con l’uncinetto i bambini sono impegnati a maneggiare solo un arnese o forse perché possono creare cose immediate come collanine, braccialetti, pupazzi, sciarpette.

📌 SCOPRI DI PIÙmaglia/uncinetto: quale produce il capo migliore?

3. Con quali filati è meglio iniziare?

Sia per la maglia che per l’uncinetto di solito viene consigliato di iniziare con un filato di lana molto grosso (stoppini spessi, filati bulky) da lavorare con ferri o uncinetto tra 10 e 12 mm. Secondo me comunque si può iniziare anche con filati di misura media da lavorare con uncinetti e ferri n. 6, 7, 8 soprattutto perché per alcuni bambini gestire filati giganti può essere faticoso. Inoltre consiglio di scegliere dei filati colorati e morbidi, che siano facili da lavorare e piacevoli al tatto e che non siano pelosi. Suggerisco anche di iniziare con la lana (anche misto acrilico va bene) piuttosto che con il cotone, di scegliere un filato che definisce bene i punti e che sia facile da disfare in caso di errori.

📌 SCOPRI DI PIÙMaglia uncinetto: come scegliere il filato giusto

4. Con quali ferri/uncinetto è meglio iniziare?

I ferri e l’uncinetto sono da preferire quelli più leggeri e quelli dove il filato scivola meglio.
Gli uncinetti in alluminio e anche quelli con impugnatura ergonomica per esempio possono andare bene.
Se scegliere i ferri circolari o quelli dritti dipende da voi e da come siete abituate a lavorare.

📌 SCOPRI DI PIÙTipi di uncinetto: quali usare e dove comprarli

5. Quali sono i punti da insegnare?

Per l’uncinetto almeno all’inizio è sufficiente insegnare la catenella e la maglia bassa. Sono molto facili e bastano per poter coinvolgere e far divertire i bambini a creare un po’ di tutto.
Per i ferri inizierei con la maglia legaccio che permette di imparare come avviare le maglie e a lavorare le maglie a diritto.

📌 SCOPRI DI PIÙraccolta punti uncinetto

6. Qual è il progetto migliore con cui iniziare?

Nell’uncinetto, già con la sola catenella si può imparare come tenere in mano filo e uncinetto. Si può dire ai bambini che la catenella non è un semplice esercizio ma che è anche il modo per fare tante belle collane e braccialetti colorati. Dopo che avranno imparato a fare una catenella regolare si può passare alla maglia bassa. Si può proporre di fare piastrelline per fare una copertina alle bambole, una sciarpina colorata, o una piccola pochette. In seguito si può proporre di fare anche pupazzi/bambole. In questo caso il trucco è insegnare loro a lavorare a spirale partendo dalla catenella di base e lavorando poi a maglia bassa. Non è necessario che i pupazzi vengano perfetti, anzi se sono viene male si può sempre dire che sono bellissimi come “mostriciattoli” 😉
Nei ferri, il miglior progetto con cui iniziare sono progetti da fare con rettangoli a maglia legaccio, quindi come per l’uncinetto, si può proporre loro di fare piastrelle colorate, sciarpette, pochette, cuscini, pupazzi (che comunque dovrete saper imbottire e adattare con ago e filo).

📌 SCOPRI DI PIÙUncinetto per principianti: quali sono i progetti più adatti

7. In quale posizione è meglio mettersi?

La posizione migliore è stare seduti accanto ai bambini. Questo permette loro di vedere i nostri movimenti e di ripeterli. Se invece i bambini sono mancini è meglio sedersi di fronte a loro in modalità specchio. In questo modo i movimenti che noi faremo con la destra loro li faranno con la sinistra.

8. Quanto tempo dedicare alla “lezione”?

All’inizio è bene non stancarli troppo e un tempo di circa 20/30 minuti può bastare per le prime volte. Insistere per più tempo va bene solo se esprimono il desiderio di continuare. Poi man mano che imparano e si divertiranno di più, i tempi si allungheranno naturalmente.

9. Come motivare i bambini e farli divertire?

I bambini non vanno forzati ad imparare maglia e uncinetto solo perché sono attività che piacciono a noi. Però se vediamo un minimo di interesse, è molto più facile motivarli se troviamo uno scopo a quello che gli proponiamo di fare. Per esempio proporre di realizzare un progetto creativo e funzionale come una collana, un braccialetto o una copertina per le bambole, moltiplica le possibilità di successo piuttosto che dire semplicemente “ti insegno a lavorare all’uncinetto”. Insomma, devono sapere perché lo fanno altrimenti perdono l’interesse. Inoltre è bene iniziare da progetti semplici e veloci, che diano subito soddisfazione ai bambini e li motivino a continuare, altrimenti oltre che l’interesse perdono anche la pazienza. 🙂

📌 SCOPRI DI PIÙProgetti facili all’uncinetto

10. Come rendere le cose più facili e divertenti?

Per rendere le cose più facili si possono fare dei disegni o degli schemini per spiegare i passaggi da seguire, in modo che i bambini possano visualizzare il risultato finale e capire meglio le istruzioni. Si possono anche usare dei video tutorial su YouTube se occorre.
Inoltre per farli divertire possiamo proporre di fare attività di gruppo con altri amici/amichette, in cui i bambini si possono aiutare a vicenda e collaborare per realizzare un lavoro comune. Per esempio, possono fare una coperta con tanti quadrati di diversi colori, ognuno fatto da un bambino. Oppure possono fare un cartellone con dei disegni fatti con l’uncinetto.
Quando avranno imparato un po’ di più, possiamo coinvolgere i bambini in progetti solidali o sociali, in cui l’uncinetto diventa uno strumento per aiutare gli altri o per esprimere un messaggio. Per esempio, la copertina fatta a piastrelle può essere donata al canile e i pupazzi possono essere regalati alle associazioni che si occupano di bambini malati. Oppure è una bella idea anche farli partecipare a opere di arte urbana, come il yarn bombing, in cui si decorano gli spazi pubblici con l’uncinetto (per esempio nel mio paese ce n’è uno ogni anno proprio nel mese di ottobre).

📌 SCOPRI DI PIÙMaglia e uncinetto per i bambini: scopri i benefici


Bene, concludo dicendo che l’uncinetto è un’attività che può essere molto divertente ed educativa per i bambini se insegnata nel modo giusto e soprattutto se ai bambini piace.
C’è comunque da tenere presente un’ultima cosa. Se è vero che per i bambini imparare l’uncinetto e la maglia può essere impegnativo, è anche vero che insegnarlo non è da meno.
Bisogna armarsi, oltre che di ferri e gomitoli, anche di molta pazienza perché l’esperienza sia bella da entrambe le parti. 😊

Materiale utile

doria-chi-sono-rss-2-1

Questo post ti è piaciuto ?
Salvalo e condividilo
con i tuoi amici !

Iscriviti alla Newsletter

Ti consiglio anche...

2 risposte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sponsor

Rss

Iscriviti alla Newsletter