cropped-logo.png
Cerca
Close this search box.

Come Ricamare con il Punto Tappeto o Peluche

come ricamare lettere, ricamare lettere mano, ricamare lettere sulla lana, ricamare lettere alfabeto, lettere ricamate,

Qualche settimana fa ho ricamato su un lavoro di lana delle lettere con quello che ho chiamato Punto Tappeto. A dire la verità credo si chiami Punto Turco per il tipo di nodo detto Ghiordes che è lo stesso che viene usato per fare alcuni tipi di tappeti.
In effetti questo punto una volta finito, trasforma il disegno o la lettera ricamata in un lavoro non solo molto carino da vedere, ma anche estremamente soffice e piacevole da toccare, quasi come fosse un peluche o un morbido tappeto.

Impegnativo, ma divertente

Ricamare questo tipo di punto è stato molto impegnativo e ha richiesto un sacco di tempo, almeno nella fase iniziale. Infatti i punti devono essere fatti molto vicini gli uni agli altri, altrimenti il ricamo risulta troppo “spelacchiato” e non è bello da vedere. Quindi, ci vuole di più ma meglio folto.

La parte più divertente invece è quando, una volta riempito tutto lo spazio che si deve ricamare, si passa a tagliare e rifinire la lana. Bisogna tagliare i fili abbastanza bassi e tutti alla stessa altezza. In pratica sembra di “rasare l’erba del giardino”: uguale! 😀
Nelle foto qui sotto si vede come ho cominciato il lavoro e come va rifinito dopo (ricordatevi di spazzolare i fili!).

come ricamare lettere, ricamare lettere mano, ricamare lettere sulla lana, ricamare lettere alfabeto, lettere ricamate,

come ricamare lettere, ricamare lettere mano, ricamare lettere sulla lana, ricamare lettere alfabeto, lettere ricamate,

come ricamare lettere, ricamare lettere mano, ricamare lettere sulla lana, ricamare lettere alfabeto, lettere ricamate,

come ricamare lettere, ricamare lettere mano, ricamare lettere sulla lana, ricamare lettere alfabeto, lettere ricamate,

Come fare il Punto Tappeto

Per avere un’idea sul procedimento, nel video qui sotto è possibile vederne una dimostrazione. La  spiegazione video è in inglese, ma le  immagini sono molto chiare e mi sono state di grande aiuto, con l’unica differenza che io ho ricamato su lana e non su tela.

Inoltre, se ricamare vi piace e volete approfondire la tecnica e conoscere altri punti, vi consiglio di dare un’occhiata al sito needlenthread, dove io ho trovato questo video e l’ ispirazione per il ricamo di queste due lettere (oltre che tantissime altre cose sul ricamo).

Materiale utile

doria-chi-sono-rss-2-1

Questo post ti è piaciuto ?
Salvalo e condividilo
con i tuoi amici !

Iscriviti alla Newsletter

Ti consiglio anche...

16 risposte

  1. Ciao scusami se riapro questo blog, ma mi serviva proprio…non è che hai un video di questo punto? Sono alle prime armi e un amica mi ha chiesto una copertina all’uncinetto con il nome del bimbo. Mi piaceva l’idea che hai avuto ma non so come fare bene….questo punto rende anche con il cotone?
    Grazie e scusa ancora.

    1. Ciao Manuela, ho cominciato a fare video da poco ma non ho video di questo punto. Ti consiglio di leggere bene il post mentre provi il punto. Vedrai che con l’ago in mano capisci meglio come fare. Non ho provato con il cotone, ma in teoria usando ago e filo più sottile adatti per cotone il risultato dovrebbe essere bello comunque.

    1. Ciao Cannella, grazie mille per aver ricordato l’ago magico. Conosco il punto spugna fatto con quell’ago, ma nel mio caso il punto è un po’ diverso.
      Io ho lavorato su una piastrella di lana (l’ago magico non credo funzionerebbe nella maglia così lente ed elastica)
      e le asole che ho fatto sono molto più lunghe e poi tagliate (l’effetto è proprio quello di un tappeto).
      Ma il principio in effetti è lo stesso. 😉

      1. Buonasera a tutti! Scusate l’intromissione ma vorrei chiedere aiuto a chi ha già usato l’ago magico perchè anche io l’ho acquistato, ma forse non so usarlo 🙁 il punto si sfila tutto! Grazie a chi mi aiuterà rispondendo!

    1. Ciao Doria,
      per ricamare ci vuole sempre tanta pazienza, perchè che i punti siano corti o che siano lunghi per raggiungere il risultato finale ce ne voglio sempre tanti.
      Per questo bellissimo punto tappeto ce ne vuole si tanta però a lavoro finito quanta soddisfazione!!!
      Grazie per il bellissimo suggerimento, ho già un po’ di idee per applicarlo!!!
      E’ vero che le persone creative si complicano la vita ma se così non fosse non sarebbero ‘struzianti’, è proprio questo il bello, o no? 😉
      alla prossima
      Giovanna

      p.s.: dopo il punto tappeto sfilare i fili della tela aida da sotto il ricamo sarà uno scherzo 😀

  2. Mamma mia che pazienza, però noto con piacere che anche te se non ti complichi la vita non stai bene :D.
    Comunque ne valeva proprio la pena, complimenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sponsor

Rss

Iscriviti alla Newsletter