Coperte fai da te: 10 modi diversi per fare utili copertine e plaid

Scritto da Doria il
Pubblicato in Rimedi per la casa con  4 commenti

Non so se a voi fa questo effetto, ma il ritorno dalle vacanze a me fa sentire bella carica e con la mente già proiettata alla stagione invernale. Tra i progetti creativi che di solito mi stuzzicano in questo periodo ci sono le coperte fai da te: copriletti, trapunte, copertine da divano, da lettino, da carrozzina e così via. Questo perché a casa mia le coperte, ancora prima dei maglioni, sono le prime cose ad essere tirate fuori dall’armadio ai primi segnali di freddo.

Nel corso degli anni infatti, vuoi per esigenza vuoi per sfizio, ho fatto/aggiustato/rinnovato davvero un bel po’ di coperte fatte in casa sia all’uncinetto, che cucite, che riciclate. Alcune ve le ho fatte vedere, altre no perché frutto di esperimenti creativi bislacchi da non suggerire nemmeno all’orecchio. 😜☺

Coperte fai da te: 10 modi diversi per fare splendide copertine fai da te

Dato che come progetto richiede un po’ di tempo, se volete fare una copertina fatta a mano, vi consiglio di cominciare già da ora. Questo vi permetterà di avere la vostra copertina fai da te finita per l’inizio dell’autunno o, se pensate di lavorarci saltuariamente, almeno pronta per Natale (potrebbe essere un bel regalo fatto a mano, ci avete pensato?).
Quindi, nonostante da calendario sia un po’ presto, ho pensato di suggerirvi 10 modi diversi per creare coperte fai da te.

Copertina all’uncinetto classica

Potevo non iniziare col suggerirvi di fare una bella copertina all’uncinetto? Non ve ne indicherò una in particolare perché con le copertine all’uncinetto vi potete sbizzarrire in molti modi: nella scelta dei colori, del filato da utilizzare, dei punti e del motivo da realizzare.
Vi dico solo che per fare una copertina ad uncinetto carina non è necessario essere esperte dell’uncinetto. Spesso, come nell’esempio qui sotto, basta solo “giocare” con i colori e con le maglie di base per creare motivi carini e ottenere una bella copertina all’uncinetto.

📌 Per approfondire : 5 schemi per fare copertine  –  punti uncinetto


Copertina all’uncinetto con le piastrelle

Un altro bel modo per creare una coperta all’uncinetto è farlo con le intramontabili piastrelle a crochet.
Molto tempo fa ne feci una riciclando gli avanzi di lana e lavorando tante piastrelle classiche della nonna. Era carina ma non splendida (gli abbinamenti dei colori non erano il massimo) per cui la usai come scaldotto per la cesta del mio cane. A lui piacque molto!  🙂

Se però le piastrelle con lo schema classico della nonna non vi piacciono sul web potete trovare millemila altri modelli di granny squares.

📌 per approfondire


Coperta ai ferri a piastrelle

Fare una coperta a piastrelle è possibile anche se sapete lavorare ai ferri ma non all’uncinetto. In questo caso potete sempre usare gomitoli avanzati di altri lavori e fare piastrelle una diversa dall’altra con punti di base o semplici combinazioni di punti. Per confezionare la coperta a maglia vi basterà poi unire le mattonelle con ago e filo.

coperta-pathwork-ai-ferri-Simple-Stylish-Maglia

📌 Per approfondire coperta ai ferri


Copertina di lana fatta a maglia con mani e braccia

Se vi piace l’idea di fare una bella coperta a maglia ma volete fare in fretta, vi consiglio di usare della lana grossa o filato gigante  e di farla con la tecnica Arm Knitting.
È molto semplice: basta usare le braccia come se fossero dei ferri e procedere come quando si lavora la maglia dritta ma senza ferri. Ne usciranno in pochi minuti delle lunghe strisce a maglia che potrete unire per formare una calda e soffice coperta!

maglia con le mani

Con questa tecnica o con ferri molto grossi e utilizzando maxi filati potrete fare anche le maxi coperte come questa ↓

📌 Per approfondire: come fare la maglia senza ferri


Coperte di lana con maglioni da riciclare

Un altro modo che mi sento di consigliarvi per realizzare coperte fai da te è quello ricicloso. Vi basterà cucire insieme tanti quadrati di lana ricavati ritagliando vecchi maglioni, sciarpe o coprispalle che non usate più. In questo modo anche se non sapete né lavorare a maglia né lavorare all’uncinetto, potrete realizzare da sole una simpatica copertina da utilizzare mille modi.

💡Suggerimento: per non far “smagliare” la lana, ricordatevi, prima di unire i quadrati, di ripassare i bordi con punto elastico (overloock o zig-zag) o, meglio ancora, cucire con tagliacuci se ne avete una.

📌 per approfondire: come riciclare i maglioni


Copertina di stoffa o pile cucita

Dato che oltre che fare l’uncinetto e la maglia mi piace anche cucire, vorrei invitarvi a provare a fare una copertina fai da te di stoffa. In teoria se usate un bel tessuto (uno particolarmente adatto è il minky) , vi basterà cucire insieme due rettangoli di stoffa per realizzare una calda coperta semplice ma carina. Nella pratica poi lo sapete, vi potete sbizzarrire in molti altri modi a seconda delle vostre capacità. Potete fare coperte di lana o di cotone,  semplici, copertine con i bordi come ho fatto io, copertine trapuntate, coperte patchwork.

📌 per approfondire: come fare una coperta cucita


Coperta riciclando vecchie magliette

Rimanendo sempre in ambito cucito e riciclo vi faccio vedere questa coperta fai da te che feci anni fa per la cameretta di mia figlia. In pratica si tratta di una sorta di patchwork fatto con quadrati ricavati tagliando vecchie magliette, tutine e pigiamini che non usavo più. Non è venuta perfetta ma l’effetto è molto carino.
Se anche voi avete t-shirt da riciclare, provateci! 😉

coperta fai da te

📌 per approfondire: copertina con le magliette riciclate


Coperta patchwork

Bellissime sono anche le coperte patchwork fai da te, ma per farle dovrete essere veramente brave e amanti del genere. Non è detto che dobbiate fare una intera coperta matrimoniale, ma potete cimentarvi per cominciare in qualche piccola copertina per lettino o divano.

Per fare una coperta patchwork dovrete utilizzare ritagli e avanzi di stoffa provenienti anche da altri progetti di cucito, da vecchie tende o tovaglie o da camicie dismesse. Potete ritagliare i pezzi tutti della stessa misura o di misure e forme diverse e dovrete comporli, cucirli e stirarli bene seguendo schemi patchwork ben precisi (sul web ne potrete trovare tanti).
Infine inserite uno strato di ovatta tra le strisce patchwork e cucite dietro un pezzo di stoffa a tinta unita meglio se orlata e trapuntata a mano.
📌 per approfondire: cuscino patchwork


Coperte fai da te riciclando vecchie lenzuola

Un altro altro tipo di coperta fai da te che mi son divertita a fare è questa. Si tratta di una coperta realizzata riciclando un vecchio lenzuolo singolo e una coperta di pile. Il lenzuolo singolo è andato a coprire il sopra del letto, mentre con la coperta di pile ho realizzato delle balze a pieghe laterali.

💡Vi consiglio questo sistema nel caso in cui abbiate delle lenzuola spaiate che volete riutilizzare oppure se avete bisogno di una coperta per un letto di misure non standard (come nel mio caso) e non riuscite a trovare una coperta adatta.


Coperta fai da te riciclando vecchie coperte

Infine vi suggerisco un altro metodo velocissimo per creare una coperta fatta in casa: unire pezzi di più coperte. 
Mi spiego: lo scopo non è tagliare a pezzi più coperte buone per farne una, ma creare una coperta nuova riciclando coperte vecchie, rotte o macchiate o che non usate più.
Come unirle insieme dipende dalle vostre necessità. Io per esempio, nei casi che vedete qui sotto, ho usato una coperta singola per fare la parte sopra della coperta e un’altra singola divisa in due per fare le balze laterali

Trapunta matrimoniale che ho ricavato da due coperte singole uguali
Trapunta matrimoniale che ho ricavato da due coperte singole diverse

📌 Per approfondire:Come creare una coperta matrimoniale con due singole


Materiale utile


Come avete visto, sono solo idee quelle che vi offro. Le coperte che ho fatto non sono affatto capolavori da copiare ma suggerimenti da elaborare in base alle vostre esigenze. Spero quindi di avervi stuzzicato la fantasia ma mi auguro che il freddo arrivi il più tardi possibile, così, sia voi che io, avremo più tempo per farne una! 😉

Top