5 cose DIVERSE che faccio in vacanza e che NON faccio a casa

Scritto da Doria il
Pubblicato in Quattro Chiacchiere con  6 commenti

Ciao a tutte amiche belle, come state? Forse vi sarete accorte che nei giorni passati sono stata un po’ meno presente sia sui social che sul blog. Mi sono presa una breve vacanza e oggi ho giusto il tempo di scrivere qualche breve pensierino.

Sono tornata solo da qualche giorno ma inutile dire che la vacanza già mi manca. Non sono andata chissadove e non ho fatto chissaché, però mi sono riposata e a volte anche annoiata, ma questo è quello che più mi premeva: oziare un po’.

Questo inverno è stato duro da sopportare per i motivi che tutti sappiamo e in più ho lavorato veramente tanto non solo per il mio blog ma anche per altri portali e numerosi brand. Così alla partenza ho deciso di lasciare a casa tutto, anche quello che di solito ho sempre portato: uncinetto e gomitoli, ago e filo (e sì che ne avrei avuto bisogno perché mi si è scucito il costume 🤭 ).

Ma la cosa più importante è che ho usato il cellulare e l’internette pochissimo, giusto solo per lettura e svago. Non ho risposto perciò alle mail e poco ai commenti e di questo spero vorrete scusarmi (in compenso però vi ho risparmiato la condivisione dei miei piedi a bagnomaria 🙈 😜).
Per il resto, tutto è trascorso secondo una tranquilla routine: mare, bici, riposo. Ma soprattutto…zero zanzare e pesce a gogò!

5 cose INSOLITE (per me) che faccio in vacanza e che NON faccio a casa

Durante i momenti di relax, ho avuto modo di riflettere su tante cose, alcune importanti e personali altre semplicemente futili ma curiose.
Per esempio ho pensato al fatto che anche in vacanza, se pur animati dal desiderio di evadere dalla solita routine, ci ricreiamo alla fine un’altra routine, che per alcuni può essere più piacevole, per altri più faticosa, per altri ancora semplicemente solo un po’ diversa.

Così mi sono chiesta: escludendo il fatto che in vacanza mi godo il mare e faccio il bagno, in cosa è diversa la mia nuova routine? cosa faccio di davvero diverso in vacanza rispetto a quando sono a casa?
Ho scoperto alcune cose curiose e cioè che in vacanza:

1. faccio la pennichella tutti i giorni

Una cosa che a casa non faccio mai, ma che in vacanza mi concedo sempre, è il pisolino quotidiano.
Lo so che fa molto “vacanza da pensione Mimosa” ma ho provato a stare tutto il giorno in spiaggia dalla mattina alla sera e…no, non ce la faccio: sudo come un lottatore di sumo e mi stanco come ‘no zappatore.
Perciò, al sole a picco e al caldo infernale delle ore 13, 14, 15, preferisco di gran lunga un riposino sdraiata al fresco davanti al ventilatore.

L’unica nota spiacevole che sento è quella vocina che viene dentro che mi dice: ma che ci sei venuta a fare al mare se poi stai a letto in casa?
Con gli occhi chiusi gli fo: machettefrega!  😜


2. metto la gonna tutti i giorni

Sono arrivata alla mia età portando praticamente sempre i pantaloni. Questa cosa me la porto dietro dall’adolescenza, età in cui, essendo magra come un lampione, cercavo di nascondere quello che di più non mi andava di far vedere: le gambe secche. ☺
Solo col tempo ho capito che mi ero fatta un falso problema, ma nel frattempo mi sono abituata talmente tanto ai pantaloni da ritenerli di gran lunga più comodi della gonna…tranne che al mare.

Al mare adoro portare le gonne e i pantaloni corti e così dentro la valigia metto sempre un paio di gonne leggere, un abitino in lino e un paio di short che tiro fuori ogni anno prima di partire.
E mi godo l’aria nelle gambe. 😁


3. lavo i piatti A MANO tutti i giorni

Un’altra cosa insolita che rientra nella mia routine vacanziera è lavare i piatti a mano.
Devo dire onestamente che è una cosa che non mi entusiasma fare, ma in mancanza di lavastoviglie e non volendo fare uso di piatti di carta -in vacanza qualcuno si arrangia anche così- considero il lavare i piatti a mano come un momento di relax, di riflessione e soprattutto, dato che lavo con l’acqua fredda…di refrigerio! 🙂

Tra l’altro mi pare di aver letto che, secondo uno studio condotto dalla Florida State University e pubblicato sulla rivista Mindfulness, chi svolge questo compito quotidianamente è meno nervoso di chi invece non lo fa. Quindi…😜


4. faccio il bucato A MANO tutti i giorni

Un altra cosa fatta insolita per me che è entrata nella mia hit parade dei gesti quotidiani vacanzieri c’è anche fare il bucato.
Mettermi lì a strofinare con acqua e sapone è proprio una cosa che non sopporto e per questo a casa affido sempre alla lavatrice il compito di lavare anche i capi più delicati.
In vacanza invece no. In mancanza di lavatrice ci sono i costumi da lavare e, avendo l’abitudine di mettere in valigia pochi indumenti, la sera prima di andare a letto non vuoi dare una lavatina (breve eh! ) a quello di cui c’è bisogno?

Purtroppo non ho letto di nessun studio che dica che lavare a mano le mutande, gli slip e i costumi, sia terapeutico. Io posso solo dire che è una rottura di scatole. Poi oh…ho provato anche a farlo con l’acqua fredda come per i piatti, ma l’effetto non cambia. 😅 😜


5. vado in bici tutti i giorni

Una delle cose invece più piacevoli che faccio in vacanza e che non faccio mai a casa è andare in bicicletta.
Nel posto dove vado c’è una comoda pista ciclabile, non ci sono salite da fare perché è tutto in piano e fortunatamente il traffico è minimo. Questo mi stimola molto ad inforcare la bici tutti i giorni tant’è che faccio mediamente 6/7 km al dì.
Sì lo so, non sono tanti, ma per me che a casa ne faccio ZERO e ZERO movimento, sono già qualcosa.

Mi dispiace solo che la mia vacanza è sempre troppo breve e ogni volta mi rattristo all’idea di tornare nell’immobilità (infatti in questo momento sono seduta davanti al pc, anche se con la mente sto pedalando in riva al mare 🤗☺).


Ecco, io vi ho detto un po’ quali sono le cose diverse che faccio in vacanza e che non faccio a casa.
E voi cosa mi raccontate della vostra routine vacanziera? Cosa fate di bello e di nuovo?

Top