cropped-logo.png
Cerca
Close this search box.

Dietro lo stand: pensieri, emozioni, commenti

stand fiera

Anche se per un sol giorno, vivere una fiera, come quella di Vicenza, da dietro uno stand, ti dà  la possibilità di analizzare un microcosmo molto particolare e tutto al femminile.

Ritengo che essere lì, sia stata una occasione veramente speciale per farsi un’idea e “tastare il polso” ad una certa categoria di donne, quella delle creative, che per passione o per lavoro, creano qualcosa con le proprie mani.

Mentre le visitatrici ti passano davanti e danno occhiate furtive o interessate, si ha la possibilità di studiarne le espressioni dei volti, si ha modo di ascoltarne i commenti e le considerazioni.

Alcune timide e silenziose, si avvicinano quasi in punta di piedi, solo spinte dalla curiosità e, così come sono arrivate, se ne rivanno via. Altre invece, alla fiera sono venute alla  ricerca di qualcosa, senza sapere bene cosa, e le vedi vagare tra gli stand alla ricerca di un oggetto che le folgori. Altre più spavalde, forse con le idee più chiare, toccano, guardano, chiedono, commentano.

Ho avuto modo di scambiare quattro chiacchiere con molte di loro, sia con quelle timide che con quelle più intraprendenti. E tutte hanno un comune denominatore: creare per soddisfazione personale, coltivando in cuor loro la speranza che quello che fanno sia capito e apprezzato.

Ci sono poi quelle che approfittando della fiera, si danno appuntamento con altre amiche, trasformando l’evento in una occasione di svago. Lo scopo principale non diventa più l’acquisto, ma passare la giornata in una maniera insolita, magari facendosi anche qualche risata (ringrazio le ragazze che mi sono venute a trovare).

Comunque, indipendentemente dal fatto che fossi lì per “far compagnia” alla mia scacchiera, ho avuto anche e soprattutto  il piacere di studiare come ci si muove dietro uno stand, osservando da vicino chi le fiere se le fa proprio tutte, come la  Sig. Sandra, direttrice di Milleidee Maglia. Quante cose ho imparato da lei…

Non posso non dire che alla fine ero veramente stanca, soprattutto il viaggio di ritorno è stato tremendo per il traffico che ho trovato tra Bologna  e Firenze. Ma la giornata è stata  decisamente ricca di spunti e di piacevoli incontri.

La ritengo ovviamente non un arrivo, ma un bel punto di partenza.

doria-chi-sono-rss-2-1

Questo post ti è piaciuto ?
Salvalo e condividilo
con i tuoi amici !

Iscriviti alla Newsletter

Ti consiglio anche...

12 risposte

  1. ..x me la fiera di Vicenza..( io abito in provincia) è come il paese delle meraviglie…ci vado sempre da sola ( sono timida ma curiosa..e in cerca di " folgorazioni!!" ) per poter girare e rigirare fra gli stand senza fretta ..questa edizione l'ho saltata a causa salute ma ci ho pianto su davvero…se tornerai alla edizione autunno verrò a conoscerti!!! ciao Nadia

  2. Ciao Doria!!!
    Ma che cara sei! ;o)
    Grazie…sei un tesoro!
    Anche per me è stata una grande gioia conoscerti. Avrei voluto "ciaccolare" di più…speriamo nella prossima!
    Un abbraccio…spero di riincontrarti presto! Ciao…un abbraccio…NI ;o)
     

  3. la fiera di vicenza è sempre bella… ti carica e ti fa tornare a casa con il desiderio di metterti a creare all'infinito!
    vissuta poi "da dentro" credo sia un'esperienza unica, ciao
    taced

  4. Ciao Doria, mi ha fatto molto piacere poter conoscere anche te in fiera! Se ti siamo sembrate frizzanti quando siam passate da te, dovevi vederci la mattina all'arrivo… Da una certa ora in poi ero in coma, e per fortuna che son stata trasportata per tutto il viaggio, che anche noi dopo Bologna l'abbiamo fatta tutta in colonna!
    Alla prossima!
    Dani

  5. Ciao Doria! Grazie per aver condiviso "il dietro le quinte" e poi … buona partenza per nuove idee, nuovi spunti e nuovi incontri, insomma … buon arricchimento del tuo già bel bagaglio!!!!!!!!!
    … e il parere di tua figlia dopo questa esperienza, quale è stato?
    Un caro saluto a tutte 2 e FORSE … arrivederci a Bologna =))))))
    Silvia

  6. Un mondo e per di più quasi del tutto femminile in una fiera: che bello essere unite e condividere e non pensare solo al proprio orticello!!!! :)))

  7. Hai proprio ragione, vedere la fiera non solo come "acquirente" ma da "dietro le quinte" da' proprio altre sensazioni ed emozioni… da' idee nuove, stimoli ed esperienze diverse! E visto che questa l'hai vissuta da "dama accompagnatrice" che ne dici di fare un salto a Bologna per un caffè tra amiche? Io spero proprio che tu dica di si!!! L'invito ufficiale è già pronto per te… ;D 

    1. Betty, lo vorrei davvero. Anche perchè sarei stata invitata di nuovo alla stand. Ma devo conciliare le due cose: quello che mi sta capitando e la famiglia. Per ora medito e penso…Certo che a Bologna ci siete davvero tutte tutte. Mi dispiacerebbe molto non cogliere l’occasione per conoscervi. Dai vediamo come mi organizzo.Te lo faccio sapere 🙂

  8. E' davvero una bellissima occasione per incontri, scambi, spunti, idee nuove! Mi spiace davvero molto essere così lontana!! 🙂
    E tu meriti tutti i complimenti che ti hanno fatto e che ti faranno per tutto quello che crei! 🙂
    Un abbraccio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sponsor

Rss

Iscriviti alla Newsletter