cropped-logo.png
Cerca
Close this search box.

Mercatini Hobbisti: meglio farli da soli o in compagnia?

mer4catino hobbisti, bijoux handmade,

Oggi ho un altro racconto da farti leggere sui mercatini.

E’ scritto da Elettra Bertotti una hobbista che partecipa ai mercatini insieme alla sua amica Valentina Losito e con lei ha Cotton Candy Jewels un sito di bigiotteria e accessori handmade.

Sono Elettra e…Ti Racconto il Mio Mercatino (con Valentina)

Io e Valentina andiamo sempre a dormire tardi, la sera prima dei mercatini.
“Aspetta, monto ancora questi orecchini”
“Taglio qualche biglietto da visita”
“Hai preso le tovaglie? E le sedie?”
Il più delle volte si parte con tre o quattro ore di sonno, ma si parte felici, cariche di aspettative.

Io nella borsa del pranzo ho una red bull, una birra e un panino vegetariano; lei un tè freddo, una focaccia al prosciutto e dei biscotti. Siamo così diverse, eppure questa spinta creativa ci avvicina.

Quando arriviamo, gli altri stanno già montando. Scarichiamo il nostro patchwork di tavoli e tavolini e congediamo il nostro pazientissimo autista, il ragazzo di Valentina, che il più delle volte ci scarrozza senza fare una piega e riappare verso l’ora degli smontaggi.

Valentina che segue tutto il lavoro di segreteria e organizzazione è precisa e puntale come un orologio: il posto è questo, il banco rivolto così, la disposizione dei rialzi è meglio in questa maniera. Quadernetto con tabella spese/entrate. Penna e cambi pronti.

Io la mia roba non so mai come metterla, il quaderno l’ho adottato per disperazione, le penne le perdo tutte e la mia prima preoccupazione è dove posso fumare una sigaretta.

bancarella bijoux, mercatino hobbisti, bancarella mercatino, bijoux fatti a mano,

Il nostro banco esplode di colori e idee, la gente spesso lo osserva rapita per lungo tempo, forse è fin troppo affollato e ad alcuni dà il mal di testa.

“Complimenti!”
“Mi metteresti questo ciondolo su quella collana?”
“Questo mi piace proprio ma non ce l’hai di un altro colore?”
“Mi fai lo sconto? Mi sembra un po’ troppo per un anello”

Educare la gente all’handmade non è facile e a volte può farti un po’ arrabbiare. Affoghiamo i dispiaceri nella birretta e accogliamo calorosamente i clienti più fedeli che ci seguono dovunque andiamo. A tutti regaliamo un sorriso, non neghiamo mai un consiglio o due parole.

Verso fine giornata tiriamo le fila delle vendite, controlliamo le prossime tappe del tour on the road e le rimanenze della minuteria.

Siamo sempre le ultime ad andarcene, perchè in quel banchetto ogni volta ci mettiamo l’anima e l’idea di smontare ci mette sempre una certa tristezza. Ad una certa ora però, tutti i generi di conforto si esauriscono: finiti i biscotti, le patatine, le sigarette. Ricomponiamo il nostro patchwork di tavoli, stipiamo gli espositori nelle trolley e ci salutiamo.

bancarella mercatino, orecchini tappi bottiglia, orecchini tappi corona, orecchini fatti a mano,

Di mercatini ne abbiamo fatti parecchi: in alcuni torniamo volentieri, altri li abbiamo inseriti nella lista nera. Le organizzazioni sono più o meno preparate, più o meno gentili, più o meno care. Le persone comprano se piace il prodotto, se hanno soldi da spendere, se si sono alzate con il piede giusto la mattina.

Alcune ragazze che vogliono cominciare con questa attività mi chiedono: “Qual è la regola d’oro?” Di regola ce n’è solo una, secondo me: fallo con il cuore, mettici tutta te stessa e condividilo con chi, magari anche in un modo diverso dal tuo, ci mette altrettanto amore e altrettanta passione.

Ma, d’altronde, è la regola che tutti dovremmo seguire ogni giorno.

Elettra 

¤¤¤

Fare mercatini: meglio soli o in compagnia?

Grazie Elettra! Prendo spunto dal tuo racconto per soffermarmi su un aspetto che per molte pare sia importante.

Spesso ho letto di creative che vorrebbero fare mercatini ma si tirano indietro perché sono sole.
In molte fanno appelli per cercare sul web una persona con cui condividere viaggio, spese, banchetto ma forse è un modo per cercare un’amica con cui condividere esperienze, emozioni, paure.

Tu cosa ne pensi? Meglio soli o in compagnia?

 

doria-chi-sono-rss-2-1

Questo post ti è piaciuto ?
Salvalo e condividilo
con i tuoi amici !

Iscriviti alla Newsletter

Ti consiglio anche...

17 risposte

  1. Brave Elettra e Valentina e grazie per aver condiviso con noi la vostra esperienza! Io parlo da totale digiuna di mercatini, ma so che se avessi un’amica disposta a fare il mercatino con me (anche solo la prima volta per rompere il ghiaccio) non mi farei tutte le preoccupazioni che ho ora e che mi hanno sempre bloccato finora! Dani

  2. Grazie a tutte dei commenti e dei pareri in proposito! Ho voluto condividere con voi questa mia esperienza proprio perché volevo sentire le vostre opinioni in merito: io credo proprio che da sola non ci metterei la stessa passione e lo stesso impegno, anche perchè è proprio il confrontarmi con un’altra persona che mi aiuta a migliorare e migliorarmi!

    Grazie a tutte dei complimenti!

  3. Bellissimo il vostro banco, Elettra e Valentina, solo a guardarlo mette di buonumore!
    Io non ho mai fatto dei mercatini veri e propri, solo feste dell’oratorio 🙂 ed ero sola. Non mi sarebbe dispiaciuto poter condividere questa piccola esperienza con un’altra persona, penso sarebbe stato solo arricchente per me.
    Credo però che per essere in due sia necessario essere affiatate proprio come lo siete voi. Complimenti e buona creatività!!!
    Giovanna

  4. Io credo che possa essere utile e gradevole fare mercatini con una sorta di “spalla” (cioè un’amica, un marito, una figlia, una sorella,…) che dia una mano e un sostegno.
    Condividere però l’esperienza con un’altra creativa potrebbe essere complicato, ma non certo impossibile; dipende dall’affiatamento e dalla complementarità delle persone in questione. Credo proprio che Elettra e Valentina appartengano a questi fortunati abbinamenti. =)
    Daniela

    1. La penso come te, Daniela, Elettra e Valentina sono una bella coppia.
      Una spalla ci vuole, mio marito. Ho iniziato con mia sorella ed essendo ambedue caparbie e creative si discuteva spesso (forse perchè sorelle avevamo meno remore a “litigare”).
      I miei mercatini ora sono più tranquilli.Sarà l’età che avvanza…
      laura

  5. Decisamente in compagnia, anche se non abbiamo mai fatto un mercatino.
    Quando siamo insieme (visto che non sempre è possibile) si crea a ritmo sostenuto, da un’idea ne nascono mille altre.
    Se invece siamo lontane, il lavoro viene rallentato perchè occorre la supervisione dell’altra, un consiglio o un diverso punto di vista e perchè no, anche qualche critica!
    Forse tutto dipende dal fatto che siamo abituate a pensare al nostro hobby come un unico interesse comune, fonte di grande divertimento.

  6. Anche io come Laura amo scegliere … potrei condividere il mio banchetto solo con il mio compagno, siamo 2 cuori in un nocciolo anche sul lavoro, lì ci siamo conosciuti e spalla spalla abbiamo “creato” per 10 anni!
    Molte volte ho pensato che sarebbe decisamente più comodo condividere questa attività, io a volte non riesco nemmeno ad andare in bagno… sembra ti vedano, appena parti arriva qualcuno al banco e per te potrebbe essere una vendita e un cliente perso…ma francamente non ci starei a dividere il mio sogno, la mia etichetta, le mie idee e cartomodelli originali con un’altra persona che si aggrega a “giochi fatti” in una storia che è la mia, in cui ho speso notti insonni e speranze. Non sono una che vende oggetti usati o giornalini d’epoca, quello che sta sul banco è il mio amore, la mia creatività. Credo che potrei accontentarmi di una dama di compagnia, forse quando Alice crescerà ne avrò una 😉

  7. Grazie Laura! Noi siamo così affiatate perché come carattere e ruoli ci completiamo ed è da molto tempo che lavoriamo insieme. Oltre al mercatino di per sé condividiamo anche la preparazione, lo shopping dei materiali, la scelta degli espositori e così via!

  8. WOW!Complimenti ragazze,l’ esplosione di colori del banco è meravigliosa e colora anche la giornata più grigia. Mi piace molto è vivace , sprizza gioia e allegria .
    E’ vero, le cose fatte con il cuore, sia mercatini che creazioni,trasmettono qualcosa in più.
    Ho un carattere forte e una volta deciso come disporre e cosa fare, non cambio ;per questo motivo non potrei mai condividere i mercatini con amiche o sorelle…poi, quando si è sole, si è più propense a fare nuove conoscenze.(parere personale)
    Brave,brave. Buon lavoro.
    laura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sponsor

Rss

Iscriviti alla Newsletter