cropped-logo.png
Cerca
Close this search box.

Arriva I LIKE MAGLIA, il sistema più divertente per imparare a creare con i ferri

Lo so, ci siamo tutte un po’ abituate a trovare ispirazione sul web, però le raccolte cartacee da sfogliare con foto e spiegazioni hanno decisamente tutto un altro fascino. Nevvéro?

Bene, allora oggi care knitters provette e non, vi do una notizia che sicuramente vi farà piacere: dal 29 agosto-in collaborazione con le riviste Mondadori, Sorrisi e Canzoni, Donna Moderna e Confidenze tra amiche- troverete in edicola I LIKE MAGLIA, la nuova collezione in fascicoli di Hachette per imparare a lavorare ai ferri e creare tantissimi progetti creativi.

Come è fatto I LIKE MAGLIA

Le foto che vedete sono del primo fascicolo di I LIKE MAGLIA che io ho avuto il piacere di ricevere in anteprima. Sfogliandolo ho avuto modo di vedere i primi progetti, di valutarne l’impostazione, di guardare le foto e di leggere le spiegazioni. A me è piaciuto molto.

Ho trovato le idee proposte moderne e trendy e allo stesso tempo facili e veloci da fare e le foto e le spiegazioni chiare e comprensibili. Insomma ben fatto e piacevole da leggere. Sicuramente sarà molto utile per chi vuole imparare a lavorare ai ferri, ma anche per chi sa già lavorare a maglia ma ha bisogno di ispirazioni con modelli da guardare, schemi, punti e tutorial da seguire.

Tutta la raccolta si compone di fascicoli e si divide in 6 sezioni tra creative e tecniche e sono:

  1. Da indossare, dove ci sono tante idee moda a maglia da realizzare
  2. Idee da regalare, con spiegazioni per realizzare originali progetti perfetti come idea regalo
  3. Maglia per la casa,  dove imparare a fare accessori utili per arredare
  4. I punti della maglia, con le spiegazioni per imparare tutti i punti da quelli base a quelli più elaborati
  5. Scuola di Maglia, con tutte le tecniche e i segreti per creare divertendosi
  6. La tua coperta, sezione speciale che serve ad esercitarsi realizzando riquadro dopo riquadro una bellissima coperta a maglia composta da tutti i punti imparati.

Inoltre sul sito www.ilikemaglia.it potrete trovare una serie di video tutorial realizzati da knitters esperte grazie ai quali potrete comprendere meglio le tecniche e i punti più importanti.

Cosa troveremo su I LIKE MAGLIA

Ad ogni uscita in edicola di I LIKE MAGLIA ci sarà un fascicolo e un gomitolo. Ogni gomitolo servirà a realizzare un riquadro della coperta con un punto sempre diverso. Ci sono alcune uscite poi che hanno qualcosa in più. Per esempio allegato alla prima uscita c’è un paio di ferri da maglia mentre per chi decide di ricevere la raccolta in abbonamento ci sono regali riservati come borse e astucci portalavoro, set di ferri in bamboo e circolari e un kit completo per fare un cappello ai ferri.

Come avere I LIKE MAGLIA

I like Maglia si può trovare in Edicola dal 29 agosto in abbinamento con le riviste Mondadori Sorrisi e Canzoni, Donna Moderna e Confidenze. La seconda uscita esce quattordici giorni dopo la prima e dalla 3^ uscita l’opera è settimanale.

➡In alternativa e per chi lo preferisce, I like maglia si può avere anche in abbonamento prenotando anche on line i fascicoli di I LIKE MAGLIA sul sito sito www.ilikemaglia.it.

Nel mentre che voi ci fate un pensierino, io  continuo a sfogliare il mio fascicolo number ONE.
Ci ritroviamo qui tra un po’ di giorni per realizzare insieme uno dei progetti di I LIKE MAGLIA e vi lascio lo spot pubblicitario che sta già passando in TV. Lo avete visto, vero?

doria-chi-sono-rss-2-1

Questo post ti è piaciuto ?
Salvalo e condividilo
con i tuoi amici !

Iscriviti alla Newsletter

Ti consiglio anche...

25 risposte

  1. buongiorno a tutte! anche io lavoro con il ferro di destra sotto l’ascella……anzi lavoravo ma sono ben intenzionata a riprendere! sarò leggermente arrugginita ma tanto non mi corre dietro nessuno… 😉

      1. Comunque Doria il ferro sotto l’ascella destra è stato una rivelazione!
        Lavoro mooooolto meglio! Mica te lo dicono nei manuali …. si vede che non è chic! Però funziona!

    1. Io lavoro con il vecchio metodo, quello con i ferri sotto le ascelle e il filo sulla destra. Mi ci trovo bene ma a volte se lavoro a lungo un po’ le spalle si lamentano. Grazie per il link 🙂

        1. Io sotto l’ascella tengo solo il ferro di destra: il ferro così sta fermo e con la mano destra sono libera per caricare il filo.
          È proprio vero che ognuno deve fare come si sente e come è abituato. Certo poi la grazia di quelle che lo fanno in maniera perfetta si vede ma…pazienza 😉

          1. Contando che io di solito lavoro alla sera dopo avere messo a nanna la mia bimba/terremoto e che normalmente la tenuta di quell’ora è pigiama o mutande se fa caldo… la grazia va comunque a farsi benedire!

          2. Anch’io solo quello di destra, però mi sarebbe piaciuto imparare come fa Silvana Tim, se non altro proprio per una questione di economia di movimenti e quindi minor fatica… ma proprio non ci riesco, sono troppi anni che lavoro nell’altro modo!

  2. L’ho preso e ci sto provando… mai lavorato a maglia in vita mia però montagne di amigurumi… quindi non riesco assolutamente a mettere su il filo usando la mano destra come spiegato, non riesco proprio a tenerlo con l’indice destro come indicato nelle figure.
    Sono troppo abituata con l’uncinetto, lavoro con la destra e tengo il filo regolando la tensione con la sinistra…
    Però devo dire che le spiegazioni sono chiarissime, avevo provato altre volte e non ero mai riuscita, invece sono a metà del primo quadratino della coperta!
    Insomma proverò di nuovo a usare la destra come spiegato, e se non riesco pazienza lavorerò a modo mio! L’importante è riuscire a creare qualcosa!
    Lisa

    1. Ciao Lisa -e lo dico anche a tutte le amiche preoccupate per come si tengono i ferri- appunto fregatene se non tieni i ferri come dicono i manuali. Ognuna di noi ha un proprio modo di tenere i ferri (lo stesso vale per l’uncinetto) e ogni modo è giusto se la maglia viene bene. Vai tranquilla.

  3. Probabilmente è molto utile, non lo metto in dubbio, ma anziché abbonarmi, visto che alla fine il tutto viene a costare € 540,00, penso di prendere in edicola i numeri che mi interessano, in base ai lavori che insegnano. Ma a chi è più interessata di me alla maglia probabilmente conviene acquistare tutta l’opera, e ad abbonarsi, in modo da non perdere nemmeno un fascicolo, cosa che in edicola è facile possa succedere.

    1. Non so se sia possibile prendere i fascicoli successivi come capita… di solito le prime uscite sono abbondanti, e si trovano in quasi tutte le edicole, mentre le seguenti sono calcolate e prodotte (e anche prenotate dalle edicole) in base a quanti aderiscono all’abbonamento, per cui non ci sono più numeri in esubero da vendere liberamente.

      In genere però si può partire con l’abbonamento presso l’edicola e poi decidere di fermarsi (questo dipende dalle opzioni della casa editrice, meglio chiedere prima).

  4. Che meraviglia …. sono tentata dal comperarla , e di riempire casa con milioni di gomitoli, inutilizzati…. perché ci credete ? Io non riesco a lavorare a maglia perché non ho mai imparato come avviare il lavoro…. ☺️

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sponsor

Rss

Iscriviti alla Newsletter