cropped-logo.png
Cerca
Close this search box.

Come fare la Maglia Entrelac ai ferri

lavorazione-maglia-ferri-entrelac

Avete mai visto o sentito parlare dei lavori ai ferri fatti con la tecnica entrelac?

E’ già da un bel po’ che in rete impazza questa moda e siccome mi piaceva molto, c’ho voluto provare anche io.  Ho iniziato per scherzo pensando che tanto non ci sarei riuscita. E invece sferruzza sferruzza ho finito questo golfino qua. Ovviamente per finirlo non c’ho messo due minuti, ma con la dovuta pazienza e lavorando nei ritagli di tempo ci sono riuscita.

maglia ferri entrelac

Maglia Entrelac: cos’è e cosa ci si può fare

L’entrelac è una tecnica da fare con i ferri che forma degli intarsi incrociati dall’effetto molto bello. Guardandoli sembrano i quadrati di una scacchiera che danno l’idea della morbidezza e della sofficità.

La maglia entrelac è adatto per lavorare sciarpe, poncho, coprispalle, cappelli, copertine, borse, cuscini  e tanto altro. Per qualsiasi cosa ci si debba fare comunque, c’è da ricordarsi che la maglia entrelac non è double-face (il dietro insomma si vede che è dietro).

Si può utilizzare un unico colore o due colori diversi come ho fatto io o anche più di due colori. Sicuramente lavorare i rettangoli con colori differenti accentua l’effetto ad intreccio.

punto-entrelac-ai-ferri-1

Come si lavora la maglia Entrelac

Fare la maglia entrelac è più facile di quel che sembra: basta saper fare la classica maglia rasata e capire come e quando cambiare direzione e svoltare il lavoro. Tutto qui.

Si inizia montando su un ferro un numero di maglie  multiplo del numero maglie che si è deciso di lavorare per ogni rettangolo.  Faccio un esempio: se si decide di fare una sciarpa con una fila di 3 rettangoli ognuno di 8 maglie, si dovrà iniziare il lavoro montando sul ferro 24 maglie.

All’inizio si lavora una fila di triangoli, si continua con dei rettangoli e si chiude con un’altra fila di triangoli. Ogni triangolo ed ogni rettangolo sono lavorati uno alla volta -con continui cambi di direzione- pur rimanendo tutti sul ferro.

Nei punti in cui i rettangoli si incrociano si dovranno fare aumenti (prendendo le maglie che si trovano sui lati dei rettangoli) oppure si dovranno accavallare le maglie; ma credimi, è più difficile a dirsi che a farsi.

Guida video per fare la maglia entrelac ai ferri

Per farvi capire bene i vari passaggi vi faccio vedere i video tutorial che ho seguito io. Sono le spiegazioni della maglia entrelac di Esperanza Rosas. Non sono in italiano, ma il procedimento da seguire è molto chiaro.

Prima Parte

Seconda Parte

Terza Parte

Quarta Parte

Se la tecnica entrelac vi ha incuriosito e volete provare a lavorarla, vi consiglio di iniziare con qualcosa di semplice. Per esempio una bella sciarpa potrebbe essere molto bella da fare e non troppo difficile da portare a termine.
Se poi vedete che vi piace, potrete passare a fare un golfino tipo il mio.

doria-chi-sono-rss-2-1

Questo post ti è piaciuto ?
Salvalo e condividilo
con i tuoi amici !

Iscriviti alla Newsletter

Ti consiglio anche...

13 risposte

  1. Tutto ritorna!! Non sapevo si chiamasse “entrelac” io la chiamo “punto missoni” perché sul Rakam dell’agosto 1982 (sì sì avete letto giusto) c’era la presentazione dei nuovi modelli a maglia ispirati alle sfilate dei grandi stilisti.
    C’erano anche le spiegazioni del punto e come fare il giaccone “tutto d’un pezzo”
    Saluti a tutte

  2. E’ tornato di moda!!! Tra l’88 e il ’90 mi ero fatta un giaccone e la parte bassa era con questa lavorazione, è morbidissima e ha un effetto stupendo; avevo tenuto lo schema e non avevo avuto l’occasione per riutilizzarlo, mi sa che lo riprenderò…
    MGrazia

  3. E brava Doria! Anche io seguo i video di Esperanza, però solo quelli di crochet (uncinetto) perché la maglia non la so fare, e devo dire che è molto brava! Ma anche a te vanno tanti complimenti perché sei stata bravissima! Dani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sponsor

Rss

Iscriviti alla Newsletter