cropped-logo.png
Cerca
Close this search box.

Lavoro finito e qualche click rubato…cheeeeese

lavoro all'uncinetto

Oggi non ho un lavoro da mostrare…mostro me a lavorare.

Ho creato qualcosa di molto particolare e  l’ho finita. Chiusa in un pacco bianco, è in partenza per un posto importante. Dentro c’è una chicca, frutto di ingegno, di impegno, di passione e amore per quello che faccio. E’ un lavoro per me molto importante e spero che piaccia.

Oggi faccio festa e posto le mie foto. Non avrei mai pensato di avere il coraggio di mostrarmi e un po’ mi vergogno. Ma sono scatti fatti da Chiara, con la mia Canon. Le posto perché nessuno mai mi aveva fotografato mentre lavoro. Ed è stato un pensiero spontaneo che mi ha commosso.
lavoro all'uncinetto

Vorrei raccontare e spiegare cosa ho fatto qui china in queste settimane, ma devo rimandare. Quello che invece posso fare è scrivere l’elenco degli incidenti a iosa che ho avuto strada facendo. Ogni giorno me ne capitava uno.

Primo: l’unico uncinetto n.3 1/2 che avevo è magicamente sparito…e via a ricomprarlo.

Secondo: la caterinetta è caduta, si è aperta e si è completamente smontata: 4 ore di passione per rimontarla.

Terzo: la pistola della colla a caldo improvvisamente ha cominciato a fare colla a freddo…e via a ricomprarla.

Quarto: la macchina da cucire, increspava la stoffa…ore di panico cercando di per capire il perché.

Quinto : inciampando nel filo del tricotin, la caterinetta è di nuovo caduta…e non aggiungo altro.

E via e via…

lavoro all'uncinetto

Ma si sa, amo le sfide e questa lo era, incidenti di percorso compresi. Ora si capisce perché oggi faccio festa? 😉

P.s. Se volete sapere a cosa a cosa ho lavorato…lo trovate qui.

doria-chi-sono-rss-2-1

Questo post ti è piaciuto ?
Salvalo e condividilo
con i tuoi amici !

Iscriviti alla Newsletter

Ti consiglio anche...

21 risposte

  1. Carissima Doria 🙂
     
    Mi hai proprio incuriosita sai?! 😉 non vedo l'ora di veder svelato il mistero, come i bimbi che fremono all'idea di aprire un baule magico.
    Al primo colpo d'occhio ho pensato tu stessi intrecciando rami per creare un cesto… sarà che è un mio desiderio da tantissimo tempo imparare a farlo, e soprattutto trovare qualcuno che mi insegni a farlo, che subito ero lì pronta a chiederti lezioni ;-))
    Ti abbraccio, e se passi in fiera anche questa volta, spero proprio di poterci ritagliare il tempo di due chiacchiere e un caffè.
     
    Cristina

    1. Ciao Cristina!!! Che piacere leggere un tuo commento qui! Vorrei poterti dire che ti insegnerò a fare un cesto, ma non è così… 😉
      Avevo letto che sarai di nuovo in fiera e spero proprio di poter venire! Il caffè lo offro io. 😀

    1. Magnificenza?? No…no… non esageriamo. Spero di non aver suscitato troppa curiosità. Magari vi aspettate un castello, ma è solo una piccola casetta in Canadaaaa…

  2. Bellissime foto, e adesso hai un volto… gli incidenti dove spariscono cose, s'inceppano macchine tessuti e pistole di colla, li conosco bene , e capitano sempre quando hai fretta.
    Baciotti Marilena

  3. Bella Doria!!!!! Finalmente basta" lati B"!!!!!! Sono sempre più curiosa di vedere cosa hai combinato..e in fatto di incidenti di percorso ..sono una specialista!! Forbici che spariscono magicamente..aghi fantasma..appunti fumosi..e delle 5 o 6 pistole per la colla a caldo svampate?? Ne vogliamo parlare???

  4. Ciao,
    non credo proprio che piccole sventure come quelle che hai citato possano disarmare un'artista come te… complimenti per i tuoi lavori.
    Se vuoi ricambiare la visita passa a vedere i miei.
    Franca

  5. Bellissimo vederti all'opera Doria!!!!!
    Complimenti per la forza di volontà…nonostante tutto =)
    Dunque…che sia una sacca con qualche inserimento di tubicini flessibili???
    Sono proprio curiosa!
    Ciao!
    Silvia
    P.S.: hai letto il mio commento sul tuo post ai costumi di Carnevale? Bacioni

  6. …che bello,ma sarebbe stato magnifico vedere la tua espresione quando e' caduta la catarinetta…..ti ho pensata tanto.mi immaginavo se fosse capitato a me…..baci sei grande…♥

    1. Guarda ci vedi bene…non sono fili elettrici, ma gli somigliano molto. Grazie per il “volto al blog”. Quanto ci i ho pensato prima di postarle… 🙂

  7. Io trovo queste foto bellissime, proprio perché spontanee, perché ti hanno colto in un momento in cui eri impegnata in qualcosa di importante. Ti ammiro e aspetto con ansia di scoprire (prima o poi) il prodotto di questo tuo ultimo impegno! Un abbraccio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sponsor

Rss

Iscriviti alla Newsletter