cropped-logo.png
Cerca
Close this search box.

Mai smettere di sognare: stavolta parlo di me

riviste, settimanali, confidenze, vero,

Oggi dovevo pubblicare un altro post. Ma ieri è successa una cosa che mi ha emozionato giusto giusto un filino: è uscito su Vero un articolo che parla di me, dentro un bell’ articolone di Natascia Gargano che parla di  passioni femminili e di come trasformarle in qualcosa di più. Il mio sogno.

Mi ero promessa, come ho fatto altre volte, di non dirlo a nessuno, ma eccomi qui: non ce l’ho fatta. Mi son detta che se  passava il momento, questo post non l’avrei più scritto. E  forse poi col tempo me ne sarei pentita (o al contrario, fra un po’ mi pentirò di averlo scritto, chissà).

Ma facciamo un passo indietro.

Nel mese di novembre sono stata contattata da due giornaliste incuriosite dal blog e da quello che faccio e blablabla blablabla, sono uscite due cose su di me che non ho mai detto qui sul blog. Una era un piccolo articolo a colonna su Confidenze e l’altra era una intervista su un servizio video per il quotidiano online Lettera 43.

Non ritenendo necessario “suonare le trombe” e mettere “i drappi alle finestre”, me le sono godute in silenzio. Ed è stato bello così.

E se non fosse stato per l’articolo uscito su Vero ieri, me le sarei ancora tenute per me. Ma ieri mi sono emozionata.

Mi sono emozionata per due motivi. Uno, perché l’articolo parla di come le passioni femminili, nate e coltivate come semplici hobby e valvole di sfogo, possano diventare, se opportunamente gestite, importanti occasioni di lavoro.
Due, perché quando ho preso il giornale in mano avrei tanto voluto farlo vedere a una persona che oggi non è più qui con me. L’unica che avrebbe potuto capire fino in fondo la mia intima soddisfazione.

Poi,  leggendo l’articolo, mi è venuto un tuffo al cuore: la giornalista Natascia Gargano ha citato, pescandola qui sul blog, una mia frase, l’unica frase in tutto il sito in cui io parlo di LeiE allora ho capito che quelle parole che ho scritto più di sei mesi fa, l’hanno portata lì nel giornale con me, ed è stato come se Lei mi dicesse: sono qui.

Ci sono cose di me, di Lei, di quello che ho fatto e di quello che ho passato, che in pochi sanno. Ma sono tutte cose collegate da un filo a questo blog, dall’inizio alla fine. Un filo sottile, che non si strappa. Un filo colorato che lei mi ha teso e che io voglio lavorare. Lo so che non capite. Perdonatemi.

Ieri sera poi ho ricevuto un sms da mio cognato A.,  l’unico fra amici e parenti, ad avere capito fino in fondo lo spirito che anima me e questo blog. Mi ha scritto: “Lei continua a lavorare con le tue mani“. Sono andata K.O.

Ok sorry: a qualcuno leggendo questo post, si sarà alzato il tasso glicemico nel sangue.  Ma  mi dovevo concedere, poi prometto non lo farò mai più, il lusso di parlare qui almeno una volta di me e di quello che sento e non solo di quello che faccio.

Intendiamoci, non mi monto la testa. Spero di non averlo mai fatto. Ma sono consapevole che Confidenze e Vero sono settimanali letti da tante donne che magari come me “hanno una passione nelle mani e che purtroppo in pochi riescono a vedere“. E questo per me è molto più di quello che potessi sperare.

Ringrazio infinitamente per avermi contattato, le giornaliste Natascia Gargano (per Vero), Veronica Orrigoni e Zelia Pastore (per il video su Lettera 43) dell’agenzia Fpsmedia.it  e Irma D’aria (per Confidenze)

Stop. Fine. Ho finito lo zucchero.

doria-chi-sono-rss-2-1

Questo post ti è piaciuto ?
Salvalo e condividilo
con i tuoi amici !

Iscriviti alla Newsletter

Ti consiglio anche...

50 risposte

  1. Ti seguo da un po', ma non riesco mai a commentare causa poco tempo, ma stavolta non posso farne a meno, non ti devi scusare di nulla, anzi devi essere fiera di te stessa, dei risultati raggiunti, perchè solo quando si mette la passione in quello che si fa si riesce a volare in alto.
    Continua così!!

  2. ….Io forse ho capito …anche io adesso vorrei che …che….che Lei fosse con me (anche se sono sicura che c'è invisibile ma c'è) ….per dirmi tante volte : Brava ! ….Ehhh sai quanto mi mancano i suoi abbracci e suoi bronci quando ….ok …ok la smetto che se no piango e faccio come la fontana di Trevi …. Solo Loro sanno comprenderci … perchè ci hanno la donato la cosa più importante …la Vita …. ti abbraccio Doria e grazie !!

  3. Congratulazioni!!! Ma perchè vergognarsi di avere successo? E un successo "onesto" ,come il tuo , disinteressato e sincero.  Grazie di esistere, con la tua generosità ed emozione.
    Un bacione
    Maria Concetta

    1. Ciao Maria grazie, ma non è vergogna sai. Non so come chiamarla..riservatezza? Boh. E poi a questi eventi voglio dare il giusto peso senza prendermi troppo sul serio.

  4. Cara Doria, io credo che le persone che abbiamo amato, anche se non ci sono più, rimangano sempre con noi, nel nostro cuore, nelle cose che ci hanno insegnato e che noi continuiamo a fare, nella passione con cui le facciamo queste cose…
    speriamo di poter rimanere nei cuori delle nostre figlie con la stessa l'intensità con cui tu porti l'amore per la tua mamma!!!
    un abbraccio
    Giovanna 

  5. passo sempre in silenzio, ma questa volta nn posso fare a meno di che farti i complimenti e….meritatamente urla la tua gioia e continua così, con i tuoi piccoli,grandi consigli…..glo

  6. Felicissima x te e resto in attesa dei PDF!Mi piacerebbe avere la tua opinione nel sondaggio in corso su giocolandia
    se tu avessi già votato ti ringrazio e mi spiace di aver disturbato ma essendo un voto anonimo non so chi vota e. Chi no
    grazie mille e felice we

  7. Le parole del cuore sono sempre le più gradite.
    Non le sentono solo le persone che ci circondano, ma, prima di loro, le persone che ci "proteggono". 
    Sii sempre così e nessuno mai potrà dire che ciò che fai e dici non è COL CUORE! Tvb 

  8. Bellissime le tue parole, bellissimo lo zucchero, bellissima la commozione. E poi, tra tutti questi consigli, progetti, lavori, idee… un po' di vita personale è concessa!!!
    Buon weekend,
    S.

  9. cara Doria, sono veramente felice per te!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! 1000 grazie per aver condiviso con noi!!!!!
    Sono andata a rileggere il post del tuo primo anno di Blog perché mi ricordavo di alcune tue riflessioni … mi auguro di non sbagliare ma il filo "invisibile" che stai seguendo è sicuramente speciale e robustissimo!!!!!!!!!!!!!! 
    Un abbraccio con affetto e con TANTI TANTI complimenti!

  10. Quanto hai ragione "l'impegno che si mette nel fare qualcosa con le proprie mani, è la migliore medicina al mondo: ti cura, ti rilassa, ti rende felice."…mi viene solo da dirti un complimenti con il cuore, sottovoce per non rompere questo filo che ti unisce a Lei…complimenti per il VOSTRO successo 🙂 !

  11. Io credo che chi ci ha amato infinitamente continui a farlo e a starci vicino, anche perchè sono parte di noi. Un bacio e tanti auguri per un futuro scintillante e colmo di successi.

  12. Primo: perchè avresti solo dovuto gioire in silenzio?
    Secondo: sei sicura che non capiamo?
    Terzo: complimenti, perchè solo chi ama ciò che fa si emoziona come  fai tu e dietro ogni lavoro, anche il più semplice, c'è una storia e un pezzo di cuore…
    Buon finesettimana!

    1. Primo: perchè ho capito che a volte il silenzio è terapeutico
      Secondo: si, so che capite il significato di quello che ho scritto, ma ci sono dei pezzi del puzzle che vi mancano.
      Terzo: grazie mille!
      Ciao Antonella

  13. Non siamo su fb ma se potessi mettere il mi piace su qualche commento lo metterei su quello di "linee curve" con tutta mia simpatia anche verso gli altri:))…condivido perfettamente quello che dice!
    La persona di cuore si riconosce  da quello che scrive, da come mette a nudo le proprie emozioni…non importa se gli altri non capiscono quello che scrive!…continua così!!!
    carmen

  14. …lacrimucce…. meriti questo "successo" non solo perchè sei un vulcano in eruzione, ma anche per la sensibilità che traspare dai tuoi post… ancora zucchero!!!

  15. Sono felicissima per te, credo che tante come me possano solo emozionarsi e condividere la tua gioia perchè il tuo impegno ha portato i suoi frutti. Altro che zucchero, ci emozioniamo con piacere per te! Un abbraccio

  16. ma smettila con questa questione dello zucchero! Dov'è lo zucchero?? nella commozione??
    Ma vivaddio!! siamo esseri umani! Per quel che mi riguarda sono piuttosto stufa di blog asettici in cui si parla solo di "lavoro" e quasi per nulla di persone, di pensieri, di affetti, di emozioni! (e lo sono infatti anche del mio)
    Guarda, te lo dico schiettamente, così come sono sempre, vorrei leggere più spesso delle tue emozioni, di te, di quello che anima le tue mani. Perché senza di noi dietro, l'oggetto, il prodotto, il lavoro, persino il "business" (quando c'è) non conta!
    P.S. Lei è con te, sempre, per sempre. Anche nella tua commozione. Baci!

    1. Ciao Gabri, il fatto è che è una mia scelta personale quella di non considerare questo blog come un diario.
      Anche se ti devo dire sinceramente che qualche volta è bello lasciarsi andare. Grazie mille!

  17. Congratulazioni Doria, sono soddisfazioni anche le piccole citazioni, figuriamoci un articolo che coglie il punto!! Molte di noi hanno iniziato il blog per un motivo che forse, per tutta la vita del blog, non verrà mai a galla, ma la differenza fra il tuo blog e altri blog è che gli effetti di quel motivo producono altri effetti anche su chi ti legge, grazie alle tue idee ai tuoi consigli e alla tua operosità!! Non importa se non capiamo il filo, l'importante è che il lavoro che stai facendo con questo filo noi, almeno in parte, lo vediamo e ci piace: continua così!!
    Elle 🙂

  18. Ciao Doria!!! sono felicissima x te!!! e grazie di aver condiviso con noi la tua emozione!!! il giornale lo compro perchè mi fa piacere leggere qualcosa di bello di una persona che conosco e so che è una bella persona anche se non la conosco personalmente…sono sicura che " lo spirito" che ti guida in quello che fai si manifesti anche attraverso queste soddisfazioni!!! aiutano anche quelle ad andare avanti con coraggio malgrado " le sberle" che la vita ci da!!! hai fatto bene a scrivere tutto questo..non posso che esserne felice x te!!! un grosso abbraccio!!

  19. …bè…i complimenti sono d'obbligo, forse anche scontati! A me hai emozionata…e, anche se non conosco quello di cui parli, qualcosa si riesce a cogliere tra le righe…chiunque sia questa persona, credo che tu sia fortunata ad averla (avuta) con te! Quando senti che una persona ti è vicina…nonostante non ci sia più fisicamente e riesce a manifestarsi attraverso il tuo talento…credo si provi una delle sensazioni più belle…non vorrei dilungarmi troppo, ma posso solo dire che io quest'emozione la provo grazie alla mia nonna che non c'è più…ma sono certa che ho la sua benedizione…grazie e davvero complimenti di cuore! Baci…Tamara :*

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sponsor

Rss

Iscriviti alla Newsletter