cropped-logo.png
Cerca
Close this search box.

15 telai per fare la maglia senza usare i ferri

La settimana scorsa è stata giornata di pulizie. Ho fatto spazio nella mia craft room, messo via cose che non mi servivano più e messo altre a portata di mano. Tra queste ultime c’erano alcuni telai per fare la maglia, un telaio per fare collane, braccialetti e manici per borse e alcuni telai per creare piastrelle di lana. Per farla breve, è stato proprio il ritrovamento di questi telai ad ispirarmi questo post.

Ho pensato così che sarebbe stato utile trovare per voi alcuni tra i telai più interessanti che ci sono in giro. Ma soprattutto ho pensato che sarebbe stato divertente farvi cadere in tentazione 😀 .
Inizio oggi con i telai per fare la maglia, poi cercherò di fare una selezione anche di telai per tessitura, telai per fare braccialetti, telai per il ricamo e così via.

Telai per fare la maglia

I telai per fare la maglia sono strumenti che servono per ottenere un lavoro uguale a quello fatto ai ferri, ma senza usare i ferri. L’impegno richiesto è solo quello di avvolgere il filo di lana o cotone intorno a dei pioli e accavallare poi le maglie grazie ad un uncino.

In poche parole, il telaio è una comoda alternativa per fare lavori a maglia sia tubolari (come uno scaldacollo o un berretto), che aperti (come una sciarpa o un coprispalle) anche senza essere brave knitters. Si possono ottenere lavori con la trama uguale alla maglia rasata, ma si possono anche fare tantissimi altri punti a seconda di come viene passato il filo intorno ai pioli.
Di sicuro un bel telaio per fare lavori in lana e simili, può servire da stimolo per sperimentare un hobby mai provato prima, per fare lavori diversi dal solito o per fare un regalo diverso ed originale a bambini creativi.

Come scegliere il telaio giusto

Non fate come me: non scegliete il telaio più grosso solo perché pensate di finire prima i lavori e non scegliete il telaio più economico solo perché siete di braccino corto.

Per scegliere il telaio giusto bisogna pensare soprattutto a come sarà usato e a cosa dovrà servire. Se preferite lavori piccoli o telai da portarsi dietro possono andare bene i telai in plastica rotondi, ovali, rettangolari di dimensioni medio piccole o smontabili, che possono essere infilati facilmente in una borsa. Se volete fare lavori più importanti e grandi, meglio optare per telai lunghi, rettangolari, a “S”.

La mia selezione di telai per fare la maglia

Durante la mia ricerca ho trovato telai per fare la maglia di vari materiali, forme e misure diverse e che soddisfano varie esigenze. Per aiutarvi nella scelta, ecco i telai per maglieria che mi sono sembrati più utili e interessanti tra quelli presenti su Amazon (anche se molti sono così conosciuti che potete trovarli anche mercerie on line o a qualche fiera creativa).

Telai di plastica

Se deciderete di acquistare un telaio per fare la maglia, una cosa importante da considerare sono i pioli. In alcuni telai sono fissi e in altri sono mobili, in altri ancora sono di diverso calibro.

I telai con i pioli fissi costano notevolmente meno e sono i più usati. Hanno però un inconveniente: la distanza tra i pioli è sempre la stessa. Perciò non potendo modificare la distanza tra un piolo e l’altro, se si lavora con filati sottili il lavoro a maglia potrebbe risultare troppo traforato, mentre se si lavora con filati troppo grossi la maglia potrebbe essere troppo piena e corposa.
Nel primo caso si può ovviare utilizzando filati più spessi o raddoppiando i capi; nel secondo filati troppo grossi e non adatti alla distanza dei pioli vanno evitati. Ecco due esempi di telai per maglia con pioli fissi:

1. telai rotondi plastica 4 misure       

2. telai rettangolari plastica 4 misure


I telai con i pioli mobili invece, costano un po’ di più ma non presentando inconvenienti sono sicuramente più comodi e versatili.

3. telaio maglia componibile con pioli mobili

4. telaio a forma di S, pioli mobili, per lavori extra large


Telai per maglia componibili

Questi sono i telai che mi sono piaciuti di più, non solo per l’originalità e l’ingegno, ma anche perché soddisfano veramente le esigenze di tutti. In pratica questi telai si compongono di vari pezzi e,  a seconda di come vengono montati,  possono assumere le forme più svariate. Qui sotto un video di Martha Steward dove mostra un telaio componibile

5. telaio maglia componibile

6. Telaio rettangolare regolabile in varie dimensioni

7. Telaio legno per calzini


Telai maglia per bambini

I telai per fare la maglia sono divertenti anche per i piccoli. Se volete fare un regalo originale, i bambini apprezzeranno molto i kit completi per fare la maglia che includono tutorial da seguire e filati.

8. Maglieria giocattolo per cucire con la lana

9. Telaio maglia per bambini


Mulinetti per maglia

Infine, inserisco nell’elenco i mulinetti (macchine casalinghe per maglieria) che, anche se non sono dei veri e propri telai, servono comunque a fare lavori a maglia senza l’uso dei ferri. Sono molto comodi e facili da utilizzare: basta infilare bene il filo negli aghi e girare la manovella.

10. Maglieria Magica

11. Mulinetto Prym

12. Macchina maglieria Addi Express grande

13. Macchina maglieria Addi Express piccola


Macchina per maglieria

Tra le macchine per fare la maglia senza usare i ferri non posso non menzionare la macchina da maglieria. Si tratta di una macchina che, combinando insieme il lavoro a mano con quello meccanico, permette di ottenere lavori a maglia perfetti e in poco tempo. Si possono lavorare maglioni, sciarpe, poncho, cappelli, calze, e tanto altro. Qui sotto un esempio di macchina da maglieria casalinga:

14. macchina da maglieria


Easy Loop: l’ago magico per fare la maglia senza ferri

Concludo con una chicca: se oltre ai telai volete provare un’altra interessante tecnica per fare la maglia senza usare i ferri, provate l’ago magico o easy loop!

ago magico,

Se questo attrezzo vi incuriosisce, vi consiglio di leggere:


Non mi rimane che augurarvi buona scelta e buon divertimento (ché se vi divertirete a lavorarci quanto mi son divertita io a cercarli, siamo a cavallo). 😉

doria-chi-sono-rss-2-1

Questo post ti è piaciuto ?
Salvalo e condividilo
con i tuoi amici !

Iscriviti alla Newsletter

Ti consiglio anche...

22 risposte

  1. Io utilizzo sia i telai tondi che quelli rettangolari e mi ci trovo benissimo e con quelli tondi ci ho fatto svariati scalda collo , cappelli e mentre quelli rettangolari ci ho fatto le sciarpe.

  2. Anch’io l’avevo e ricordo benissimo che si potevano fare anche lavori piatti, tuttavia usavo molto poco questa modalità. Prima di tutto non era tanto divertente fare un giro avanti e uno indietro con la manovella, preferivo girare girare e vedere il lavoro crescere come per magia. Secondariamente il lavoro a maglia rasata si arrotola su se stesso (la maglieria magica fa solo maglia rasata che io sappia) e quindi per ottenere un rotolino tanto valeva fare il tubolare. Da bambina certo non mi piaceva cucire i lavori a maglia, per cui alla fine il tubo era più facile e divertente.

    Per quanto riguarda l’età io alle elementari la usavo da sola, per bimbi più piccoli forse c’è bisogno di impostare il primo giro e sicuramente servirà aiuto per chiudere i punti con un ago da lana. Per il resto bisogna solo girare una manovella.

  3. Io con la maglieria magica ho fatto sempre e solo dei tubolari e non ho mai pensato di poter fare altro. Mi sono però incuriosita e ho scoperto che è predisposta anche per fare i lavori aperti, basta muovere una levetta. Io questa levetta non la ricordo quindi è probabile che sia stata ideata dopo.
    Per l’età dipende molto dai bambini, sulla scatole dicono dai 6 anni, comunque è molto semplice da usare, forse il primo giro è il più complesso ma se hanno la pazienza di osservare come si fa senza strapparsela dalle mani non dovrebbero avere problemi. Io le farei provare entrambe… male che va annoderanno qualche filo e perderanno qualche maglia. Però vedrai che soddisfazione quando vestiranno le bambole con vestiti fatti da loro!!

  4. da piccola ho sempre desiderato la maglieria magica!!!
    da grande sferruzzo (o almeno ci provo)
    però mi avete stuzzicato con i telai, anche perché ho due bimbe e mi piacerebbe farglieli provare
    scusate, due curiosità:
    – con la maglieria magica si possono fare solo i tubolari, vero?
    – età consigliata per le bimbe? (le mie tre e cinque anni, forse un pochino piccine?)
    grazie mille, buona giornata

    1. Ciao Paoletta, sai che anche io ho sempre desiderato ma mai avuto la maglieria magica? 😀
      Allora credo che sì, faccia solo tubolari, ma vado ad intuito. Immagino che il meccanismo a manovella faccia alzare e abbassare gli aghi procedendo in sequenza circolare,
      quindi in teoria non dovrebbe essere possibile montare il lavoro aperto.
      L’età adatta indicata nelle scatole è dai 6 anni in poi. POtrebbe andare bene per la tua bimba più grande, per quella di 3 ancora forse è troppo presto ma puoi sempre dirle che può aiutare sua sorella a girare la manovella 😉

      1. ciao!
        A Natale 2018 alla bimba grande (che intanto ha compiuto 6 anni) è arrivato un kit de telai manuali e produce un sacco!
        grazie per i consigli, come sempre utilissimi
        p.s.
        io intanto sono tornata a rileggere il post sui telai per trovare altre ispirazioni 🙂

  5. O no? Meno male che non sono l’unica ad avere notato il fenomeno! Pensa che alla ludoteca dove porto la mia Linda per la festa della mamma hanno fatto fare ai bimbi un disegno seguendo delle linee guida dettate dalla maestra… e poi li hanno messi tutti vicini e fotografati. L’unico che è evidentemente fatto da un bambino di due anni è quello di mia figlia.. negli altri fiori, farfalle… nel mio cerchi linee e scarabocchi, ma con quel “quetto è pe te mama”‘….. È meraviglioso così <3

  6. Sarebbe bello che le scuole rispolverasseo questi oggetti… secondo me per un bambino creare qualcosa è un po’ magia!
    Io ricordo per esempio un grest dove mi avevano fatto fare (le suore) un ricamino!
    In modo compatibile con l’età… ma purtroppo noto che asilo e mamme vogliono far fare lavoretti fantastichi e strafichissimi, dove però il contributo del bambino è minimo, e questo non mi piace molto.
    Che senso ha che il disegno sia bello se lo faccio io al 90%?
    Meglio un disegno oggettivamente più brutto ma che sia farina del loro sacco…
    Non so se mi sono spiegata bene…ma a me sembra una gare tra mamme!

    1. Ti sei spiegata benissimo e quanto hai ragione! Oggi è tutto una gara, ovunque. Si premia la forma e non la sostanza ed è un vero peccato. I bambini dovrebbero rimanere fuori da questi meccanismi e invece…(guarda cosa succede nelle partitelle di calcio dei bambini, con i genitori che sbraitano come tifosi da curva)

  7. I telai!! Che tuffo nel passato, da piccola ne avevo tanti, ne avevo per fare le piastrelle quadrate… mi pare fossero di acciaio ma non me li ricordo benissimo. Poi avevo la maglieria magica, la usavo tantissimo per farci i vestiti delle barbie.
    Devo chiedere a mamma se li ha ancora da qualche parte, mi piacerebbe giocarci un po’ di nuovo… e secondo me ci giocherebbero anche i miei figli… sopratutto sapendo che ci potrebbero fare qualche regalino per le fidanzate 😉

    1. Sai che in alcune scuole fanno usare il telaio (quelli piccolini) come attività manuale? Oppure insegnano anche a fare la maglia con le dita. Comunque la maglieria magica va ritrovata! 😀

      1. Sono cose belle da insegnare ai bambini. Quando andavo alle medie l’insegnante di tecnica ci fece costruire un piccolo telaio di legno, uno di quello per tessere le stoffe. E funzionava pure!! La maglia invece ce la insegnarono un po’ alle elementari per poter fare un lavoretto per la festa della mamma. Non saranno state grandi attività intellettuali ma a me piaceva, era un momento di relax che a scuola ci vuole.
        Io sarò vecchia dentro (fuori invece dimostro solo 87 anni 😀 ) ma secondo me dovrebbero tornare ad insegnare un po’ di queste cose a scuola. I nostri figli sono diventati semplici utilizzatori, di qualsiasi cosa, anche dei computer, non sanno come funzionano veramente, che lavoro c’è dietro per idearli e crearli… poi vallo a spiegare ad un bambino di che rivoluzione è stata l’invenzione dell’aratro o della ruota… ma di questo parleremo nella prossima puntata. Su Rieducational Channel !!
        (Perché oltre ad essere vecchia sono pure completamente matta 😀 😀 😀 )

    1. Ciao Lara è piaciuto molto anche a me! Ha molti pezzi con i quali si possono comporre telai tondi, ovali, quadrati e rettangolari e anche i pioli sono di diverse misure. Se non ne avessi già 4 di plastica con i pioli fissi, ci farei un pensierino. 😀

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sponsor

Rss

Iscriviti alla Newsletter