cropped-logo.png
Cerca
Close this search box.

Perché mi piace andare in ferramenta

antichi_negozi.-jpg

C’è una categoria di donne, oggi sempre più numerosa, a cui piace di più andare a “fare shopping” in ferramenta piuttosto che in una boutique d’abbigliamento. Io sono una di quelle.

Andare in ferramenta mi è sempre piaciuto anche quando la ferramenta era quel piccolo negozietto sotto casa dove un omino con indosso uno spolverino blu ti pesava i chiodi e le viti e te li incartava con la carta di giornale.
Quasi ne fosse geloso, quell’omino teneva ogni cosa dietro al bancone, ordinatamente risposta in una scaffalatura con i cassettoni di legno. E ti serviva lui. O meglio, in genere serviva clienti uomini perché le donne erano rare.

Oggi di quelle ferramenta ne sono rimaste veramente poche. Sono state soppiantate da moderni, enormi, super riforniti bricocenter al fascino dei quali io non so proprio resistere: una lampadina da cambiare o la pila finita del telecomando, sono sempre ottime scuse per farci un salto.

Che poi in ferramenta non ci vado mica solo per bisogno, anzi. Posso uscire di lì anche senza aver comprato niente, ma curiosare tra mille arnesi e aggeggi strani mi fa dimenticare che a casa avrei anche cose più urgenti da fare.

Per non perdermi neanche un reparto, mi faccio tutti i corridoi  prima in un senso poi nell’altro e se ci scappa, nel caso mi fosse sfuggito di vedere qualche bullone o trapano ultimo modello, mi faccio anche un doppio giro.
Mi fermo e mi giro dall’altra parte solo quando incontro il solito commesso al quale una volta ho chiesto _Senta, avrei bisogno di quei cosi…si quelliii… quei cosi che girano…che servono per….per fare quella cosaaa  sul muro… Senza riuscire a spiegare cosa volessi.

Comunque, onde evitare qualsiasi tipo di interferenza, in ferramenta mi piace andarci da sola: nessuno deve disturbare quel magico momento ri-creativo.
Se sto mezz’ora in contemplazione davanti ai tubi di gomma da giardino e poi ne compro solo mezzo metro per farne manici di borsa o se davanti alle corde, cordini e cordoni mi fermo a pensare a come sarebbe bello lavorarli all’uncinetto…chi vuoi che mi capisca?!
E se nel reparto vernici vengo colta di sindrome di Stendhal alla vista di tutti quei colori, se di fronte ad una confezione di chiodi non resisto alla irrefrenabile voglia di comprarla perché magari posson sempre servire…mica devo giustificarmi con nessuno!

E poi dopotutto, noi bricoleuses questi momenti di svago ce li meritiamo.
Giusto?

doria-chi-sono-rss-2-1

Questo post ti è piaciuto ?
Salvalo e condividilo
con i tuoi amici !

Iscriviti alla Newsletter

Ti consiglio anche...

38 risposte

  1. Ah, ecco perché preferisco andare al Brico che andare a fare lo shopping! Credevo di essere l’unica ad ammirare ogni pezzo presente.
    Grazie Doria per avermi fatto capire che non sono pazza! 😀

  2. Doria, è verissimo!! 🙂 I negozi di ferramenta e i più moderni Brico hanno un fascino magico, potrei passarci le ore!! Da me c’è una piccola ferramenta, non sarà fornita come un Brico, ma proprio per le sue ridotte dimensioni, forse la preferisco! ciao!!

  3. Anche io adoro i negozi di ferramenta ascoltassi la volontà comprerei tutto quello che c’è dai cacciaviti a chiodi di tutti i tipi e l’idea di Doria della taglierina elettrica non è malvagia 🙂

    Ciao a tutti

  4. Vabbè, qui mi sento piuttosto chiamata in causa… Adoro i ferramenta/centri per il fai-da-te, conosco tutti quelli in zona (Ferrara) e sò quali sono più forniti in certi materiali e quali in altri… Ci starei pomeriggi interi e il mio ragazzo (che non ha idea di cosa sia un pennello) mi deve trascinare via a forza, per questo ci vado da sola! Non sempre i commessi dei center sanno aiutare quando vai troppo sullo specifico, ma almeno non guardano con inusitata sufficienza una donna che vuole una sega circolare… tipo me. Ero andata in negozio di utensileria professionale in cui si serve mio padre ma mi hanno più o meno riso in faccia, consigliandomi di comprare un mobile all'Ikea o, se proprio, comprare un'attrezzino da poco in un'hobby center perchè tanto lo avrei usato pochissimo… Così ho fatto, in un centro per bricolage ho acquistando un'utensile della stessa marca venduta dal negozio "professionale", pagandolo meno. No ma la simpatia di certa gente… Mamma mia se mi dà fastidio ancora adesso! 
    Per la cronaca, ci ho fatto due librerie su misura per la camera e ho altri progetti di falegnameria e recupero in mente.
    Comunque adoro i brico!

  5. Come potrai immaginare..anche io adoooooro le ferramenta e i brico….tutte le minuterie i chiodini…il legno poi è un'attrazione irresistibile! Quando a Natale ho realizzato i pupazzi di neve di legno mi sono fatta tagliare i primi pezzi al Brico..il commesso è ancora sconvolto adesso!!!

  6. allora non sono da sola ad essere attratta da questo luogo incantato ! vernici ? la mia passione! e poi pennelli, rulli, trapano che avvita e svita, chiodi chiodini e viti, il seghetto elettrico, prima utilizzavo la sega manuale l'ultimo acquisto? un piccolo attrezzo che taglia la moquette, il vetro, le mattonelle !!!!!!!
    ma questo visto e comprato in tv.
     un abbraccio a tutte e buon lavoro
    lia

  7. Nel paese dove abito, ci sono ancora le ferramenta che ti danno i chiodi pesati e dentro carta da giornale. Piace  anche a me perchè alcuni di questi negozi hanno anche reparto casalinghi, quindi un occhio fa sempre bene, anche se donne è raro vederle la.

  8. io l'altro giorno ho preso il tubo di plastica e il fondo di plastica arancione per fare una borsa in fettuccia azzurra che ho comprato la scorsa estate, poi sono andata da Buffetti e ho preso la pinza per forare i fogli ma per un buco, adesso ho tutto l'occorrente per fare la borsa ma ancora non l'ho cominciata.
    Roberta

  9. mamma mia!! il paradiso della brugola!!! il Brico-center piace moltissimo anche a me!! ma come dici tu nessuno capisce perchè chiedi 20 cm. di plastica dura e rigida perchè la vedi adatta a farne il fondo delle borse!! per fortuna mio marito condivide la passione e si rammarica che tutto questo ben di Dio  non ci fosse " ai nostri tempi" !!! ciao!! 🙂

    1. Ah ma l’idea sono anni che gira in rete! Non la conoscevi?
      Li puoi lasciare trasparenti ed infilare fili o perline colorate dentro al tubo. Oppure puoi rivestire il tubo con lana, fettuccia, spago o stoffa.
      Per chiudere i manici basta piegarli a cerchio e infilare un cilindretto di legno (si chiamano spine) nelle estremità con un filo di colla.

  10. anch'io adoro passare ore al Brico a guardare trapani punte seghetti trafori, quando ci vado devo lasciare a casa marito e figlie, poi non è detto che compri qualcosa ma è più forte di me. 
    Roberta

  11. Ciao Doria,
    hai descritto esattamente la mia domenica pomeriggio 🙂
    Sono entrata per comperare del materiale e verificare le effettive possibilità di realizzare un progetto per la testata del mio letto visto in Pinterest…
    … sono uscita con quello che mi serviva e altre idee per nuovi progetti ispirati da tutta quella meraviglia esposta sugli scaffali…
    è stato un pomeriggio entusiasmante!!!

  12. assolutamente tutto vero! E poi, in casa mia, chi aggiusta mobili, interruttori, tapparelle ecc … sono sempre io!! E dal ferramenta o, meglio ancora, nel centro Brico/Castorama/simili è una pacchia! Peccato che il maritino si stufi, ih ih ih!
    baci e fusa
    Paty

  13. Anch'io passo un sacco di tempo nei reparti di bricolage a domandarmi che posso fare con quel tipo di corda e se mi posso permettere qualche piccola pazzia. Poi magari mi vengono i sensi di colpa per i soldi ed il tempo spesi…!

  14. Come ti capisco! Io poi il trapano non lo usare, ma c'è il mio uomo che da bravo figlio di falegname ogni tanto si diletta e quindi il giro lo facciamo assieme… sembriamo 2 bambini nel negozio di giocattoli!

  15. assolutamente sono d'accordo!!!! Qualsiasi scusa è buona ed è difficile che io esca a mani vuote. Mio marito è un po' preoccupato, mai e poi mai avrebbe pensato di dividere con me questa passione!!!!

  16. che meraviglia le zingarate in ferramenta!!!! io e il mio falegname amiamo modificare la nostra casa da soli, costruire piccoli mobili e riutilizzare quelli già esistenti ….. l'ultimo aqcuisto per ridipingere la camera del soldino di cacio è stata la pistola per imbiancare a spruzzo 🙂 …..ma devo dire che ultimamente abbiamo messo l'occhio su un attrezzo pubblicizzato sul canale HSE24 … favolossimo davvero che…. il seghetto alternativo se lo mangia a colazione! , prima o poi ce  lo regaliamo, tanto lui è un pò…. "un marito in affitto" … fa felici tutte le donnette del quartiere … col bricolage si intende …. hihihihi

  17. Hai davvero ragione Doria, le ferramenta e i bricocenter sono una droga**
    Adoro gironzolare per gli scaffali, sopratutto nella sona saldatura/metalli vari…
    Ed è così divertente guardare gli uomini che ti scrutano incuriositi (o forse spaventati? XD) vedendoti armeggiare con gli attrezzi del trapano XD

    Martina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sponsor

Rss

Iscriviti alla Newsletter