cropped-logo.png
Cerca
Close this search box.

Plastic Canvas: Cos’è, Come Si Lavora, Dove Trovarlo

plastic canvas, lavori plastic canvas,

Hai presente quando ti prende quella certa voglia di…creare con qualcosa di nuovo?
E quel desiderio di…imparare una tecnica originale e divertente?

Bene, ho trovato qualcosa che vale la pena provare! Hai mai pensato di creare con il Plastic Canvas?

Le creative attente alle novità lo hanno scoperto già da un po’ e lo stanno usando con soddisfazione per fare una infinità di cose e lavori originali, ma tante altre ancora non lo conoscono.

Io ho avuto modo di vedere lavorare il plastic canvas quando sono andata alla Fiera di Modena e ho visto sul web delle creazioni davvero originali (le borse fatte con il plastic canvas per esempio, sono la fine del mondo)!

Tu lo conosci?

 lavori con plastic canvas

Cos’è il Plastic Canvas

Il Plastic Canvas è una tela da ricamo di plastica che ha la forma di una griglia con fori ugualmente distanziati tra loro (si intravede nella parte destra della foto che ho creato per la copertina). E’ leggera e semirigida  ed è adatta  per creare qualsiasi tipo di oggetto, sia bidimensionale che tridimensionale.

Il plastic canvas si trova in fogli, trasparenti o anche colorati, di diverse dimensioni e con fori più o meno grandi. C’è il plastic canvas da 7”, da 10″, da 14″ e va scelto in base al  tipo di lavoro che si vuole fare.

La tecnica di ricamare il plastic canvas ha origini argentine, la stanno usando anche in Giappone, ma è soprattutto in America che è diventata popolarissima.
Da un po’ di anni questa tecnica è arrivata anche da noi suscitando un interesse che sta aumentando sempre di più.

lavori plastic canvas

Come si lavora

Il plastic canvas si lavora con lo stesso principio con cui si ricama sulla tela Aida: si passa ago e filo attraverso i fori utilizzando tante varietà di punti.

Il plastic canvas può essere piegato, tagliato e assemblato per creare di tutto, soprattutto oggetti tridimensionali (cosa che con la tela Aida non sarebbe possibile fare). E’ possibile creare borse, bomboniere, scatole, portachiavi, portafotografie, portaocchiali, cornici, giochi per bambini, braccialetti, ciondoli. Ma l’elenco potrebbe continuare all’infinito, basta avere fantasia.

Per farsi un’idea sul procedimento, nei video qui sotto è possibile vedere una semplice dimostrazione.

Dove si trova

Fino a qualche tempo fa non era facile trovare i fogli di Plastic Canvas. Nelle comuni mercerie non è facile trovarlo nemmeno oggi.
Si trova più facilmente in rete nelle mercerie on line.

Oggi ve ne segnalo volentieri una (la segnalazione è del tutto spontanea).

Ho saputo che la nostra amica Monica, creativa appassionata e grande intenditrice di Plastic Canvas, si è creata un’ attività tutta sua aprendo lo shop nonsoloplasticcanvas.com interamente dedicato a questa originale tecnica di ricamo e a questa particolare tela.
Nel suo shop è possibile trovare tutti i tipi di fogli di Plastic Canvas e tanti tutorial per creare oggetti davvero originali (Il video e gli oggetti in foto sono tutti realizzati da lei.)

Un sincero in bocca al lupo a Monica da parte mia! 

Se  vuoi provare questa tecnica e sei in cerca di ispirazione (anche per i prossimi lavoretti di Natale), puoi cercare in rete la parola “plastic canvas” oppure puoi sbirciare nella mia board di Pinterest.

 

doria-chi-sono-rss-2-1

Questo post ti è piaciuto ?
Salvalo e condividilo
con i tuoi amici !

Iscriviti alla Newsletter

Ti consiglio anche...

34 risposte

  1. Ciao,
    volevo chiederle consigli su come scegliere il plastic canvas da comprare, non trovandolo nei negozi non riesco a capire la misura di cui avrei bisogno. Devo fare un portachiavi di 25×25 punti croce in 3,5×3,5 cm circa.
    Grazie mille.

  2. Io ho sempre utilizzato la rete antiscivolo… che barbarie! Su pinterest ho visto utilizzare la tela aida per tappeti sotto la dicitura hooking loop… non so l’inglese.
    Ciao

  3. Ciao Doria,
    ho scoperto da poco questa tecnica proprio sul blog di Monica, inutile dire che mi stuzzica e non poco, visti anche i bellissimi lavori proposti.
    So già che la proverò, sono trooooppo curiosa!!!
    Per me che lavoro fino all’ora di cena però il tempo a disposizione per la realizzazione tutte queste bellissime idee è sempre veramente troppo poco, non vedo l’ora di andare in pensione per potermi dedicare a tutti i miei hobby!!!!
    ciaoooooooooooo

  4. grazie Doria, avevo letto di quando eri stata a Modena e di questa tecnica..non ho mai provato, e spero proprio che non mi venga la voglia di provare anche questa!!! 😀 rischio un linciaggio domestico..ormai ho roba dappertutto!! cmq. una sbirciatina allo shop di Monica lo do..io proverei tutto!!! ciao 😀

  5. Ciao Doria, conosco questa tecnica ma solo per sentito dire e per immagini perché non l’ho mai provata. Per il momento mi accontento della cara vecchia tela aida, ma non è escludibile che in futuro provi anche questa tecnica! Grazie! Dani

      1. Buongiorno ho scopero di recente questa tecnica. Volevo chiedere ma i lavori fatti con la rete canvas si posso lavare in lavatrice se a lungo andare si dovessero sporcare? Grazie

        1. Ciao Tatiana, ho contattato Monica Maglia, l’esperta in questa tecnica e mi ha risposto così:
          “se per lavare si intende mettere in vaschetta a mollo o in lavatrice, dipende dal filato con cui sono realizzati e dalla forma che hanno (se intendono usare una leggera centrifuga).
          L’acrilico di solito non stinge. Se lavori a più colori e di cotone sconsiglio
          Ciò che dico sempre è strofinare i punti necessari con un panno umido ben strizzato….nei casi di borse e accessori…fosse un cuscino lo lascerei anche io in lavatrice ma sempre in attinenza con i colori e il filato.
          Il segreto per non rovinare o macchiare il fondo delle borse (fosse quello il caso) è inserire dei comuni piedini da borsa sul fondo “

  6. Ringrazio la padrona di casa per questo dettagliatissimo post dedicato al “mio” plastic canvas … Vi aspetto tutte con molto piacere sullo shop e non solo…..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sponsor

Rss

Iscriviti alla Newsletter